Quando prevenire è importante

Il Centro Medico Parioli offre l’opportunità di effettuare un check-up cardiovascolare completo e di rapida esecuzione. Come illustrato dalla brochure informativa il pacchetto comprende tutti gli accertamenti utili allo studio del sistema cardiovascolare del nostro organismo. Per maggiori informazioni sull’ iniziativa rivolgersi alla segreteria del Centro. Brochure informativa

Pubblicato in News

Parte la convenzione con Unisalute

 

A partire dal 26 Gennaio 2015 si è dato il via ad una nuova convenzione, in forma diretta, con Unisalute (www.unisalute.it), la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti. Fondata dal gruppo Unipol nel 1995, Unisalute è leader nazionale nella gestione dei Fondi Nazionali di categoria, delle Casse professionali e delle Casse aziendali. Lo staff medico del Centro Medico Parioli mette a disposizione dei clienti assicurati la sua professionalià, tramite una convenzione in forma diretta,

Pubblicato in News

Elettromiografia ed Elettroneurografia

L’elettroneurografia valuta l’integrità funzionale dei nervi periferici misurando la velocità di conduzione delle fibre nervose sensitive e delle fibre nervose motorie. L’esame è di fondamentale utilità in tutte le forme di polineuropatia periferica e nella diagnosi delle lesioni focali del nervi periferici (ad esempio nella sindrome del tunnel carpale).
L’elettromiografia (EMG) serve per studiare le conseguenze sull’integrità delle fibre muscolari quando per qualsiasi motivo c’è una sofferenza del nervo motore di una o più radici spinali che collegandosi fra loro vanno a costituire i tronchi nervosi periferici. Un esempio comunissimo di patologia che spesso genera sofferenza della radice spinale è l’ernia del disco intervertebrale. In tal caso l’esame EMG fornisce elementi insostituibili sia per valutare l’urgenza che per stabilire con correttezza scientifica l’indicazione all’intervento chirurgico.
L’elettromiografia, inoltre, insieme ad altri accertamenti clinici e strumentali, serve per la diagnosi delle patologie muscolari (miopatie).

Pubblicato in Servizi

Elettroencefalogramma (EEG)

L’elettroencefalogramma registra l’attività bio-elettrica cerebrale. L’esecuzione dell’esame EEG è di importanza cruciale nelle seguenti diagnosi:
• Epilessia, dove permette di evidenziare anomalie specifiche (onde aguzze e punte) sia circoscritte in una zona delimitata del cervello che diffuse. Le anomalie focali possono, soprattutto nel soggetto adulto senza storia di epilessia in precedenza, essere l’espressione di lesioni cerebrali focali;
• cefalea e sindromi vertiginose;
• valutazione del ritardo psicomotorio del bambino e dei disturbi di maturazione cerebrale;
• nelle varie forme di demenza: nel morbo di Alzheimer l’elaborazione digitale del segnale EEG e la relativa analisi spettrale delle frequenze EEG evidenziano già in fase sub-clinica di malattia, rallentamenti del ritmo di fondo soprattutto sulle regioni parietali dei due emisferi cerebrali;
• nella diagnosi dei disturbi del sonno.
L’esame EEG, del tutto privo di controindicazioni, può essere ripetuto con facilità tutte le volte che dovesse essere necessario. Eseguito da mani esperte utilizzando apparecchiature digitali moderne fornisce al medico specialista informazioni preziose non altrimenti acquisibili con altre metodiche.

Pubblicato in Servizi

Terapia del dolore

La terapia del dolore è rivolta a tutti i pazienti che soffrono di dolore cronico o persistente e rappresenta una risorsa concreta per tutti quei pazienti che a causa del dolore, di qualunque natura (oncologica e non oncologica) non riescono ad avere una buona qualità di vita.

Il dolore cronico è una patologia molto diffusa nella popolazione ma, allo stesso tempo, è poco considerata e, nella maggior parte dei casi, malcurata.

La terapia del dolore interviene risolvendo con successo numerose patologie di natura eterogenea quali mal di schiena, dolore articolare (spalla, ginocchio, anca, ecc), dolore muscolare (fibromialgia) o neuropatie. E’ inoltre indicata per pazienti in attesa di intervento chirurgico, correttivo e/o “risolutivo”, o per quelle persone che non potendo essere sottoposte ad intervento, in assenza di un adeguato supporto antalgico, sarebbero condannate a convivere con il dolore. In alcuni casi, inoltre, può essere una valida alternativa all’intervento chirurgico stesso. La terapia del dolore è fondamentale anche per quei pazienti la cui riabilitazione è rallentata o impedita dalla presenza di dolore.

Il terapista del dolore è un medico chirurgo (specialista in Anestesia, Rianimazione e Terapia antalgica) che si occupa sia della diagnosi sia dell’impostazione dell’iter terapeutico da seguire.

L’iter diagnostico e terapeutico a scopo antalgico può prevedere l’impiego singolo o integrato di risorse complementari quali tecniche riabilitative, farmaci, infiltrazioni, fino alle più sofisticate e recenti tecniche chirurgiche mini-invasive a seconda dello specifico tipo di dolore e del quadro clinico generale del paziente.

 

Pubblicato in Specialità

Salvatore Esposito

Diploma di Terapista della Riabilitazione. Diploma in Rieducazione Posturale tecnica Mézières Presso CERTAG, Centre Europèen de Recherche en Thérapies d’Approche Globale. Seminari di aggiornamento periodico tecnica Mézierès. Tecniche propriocettive, approccio neurovegetativo. Corso di kinesiologia applicata: postura e relazioni con ATM. D.O. Osteopatia presso EOP- European Ostheopatic Project, Terza Università di Roma – Specializzazione in tecniche di osteopatia cranio-sacrale e viscerale. Seminari ed esperienze professionali “Work in Anatomy” (Dissezione anatomica) presso Vriye Universitiet van Brussel; “Le Catene Muscolari” presso Università di Roma “La Sapienza”; “Ernia Discale”. Ciclo di seminari e approfondimenti. Relatore a Congressi sulla Postura e Formazione su Terapia Manuale, tecniche articolari. Ha lavorato come fisioterapista ed osteopata per compagnie di danza (Notre Dame de Paris, Corpi di ballo Rai e Mediaset), squadre sportive campionati serie A (Volturno Sporting Club di pallanuoto; Juve-Caserta di basket).

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Fabio Intelligente

Nel 2003 Laurea specialistica in Medicina e Chirurgia conseguita con lode presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Campus Bio-Medico” di Roma. Nel 2007  Specializzazione in “Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore” conseguita presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “Campus Bio-Medico” di Roma. Nel 2011 Fellow of Interventional Pain Practice (FIPP), certificazione rilasciata dal prestigioso Board of Examination del World Institute of Pain (WIP). Sessione d’esame di Settembre 2011. Attività clinica Attualmente svolge attività clinica e di ricerca presso l’IRCCS “Humanitas Research Hospital” di Milano in qualità di aiuto referente del Chronic Pain Service nell’unità operativa di Anestesia Day Hospital Chirurgico. Dal 2010 collabora presso il Centro di Medicina del Dolore del CDI (Centro Diagnostico Italiano) di Milano in qualità di referente per le tecniche algologiche interventistiche. Attività scientifica e di ricerca Partecipazione a numerosi eventi e congressi nazionali ed internazionali in ambito algologico ed anestesiologico, in qualità di coordinatore, relatore o docente. Autore di pubblicazioni e libri scientifici in ambito algologico in italiano ed in inglese. Dal 2013 referente nazionale dei giovani terapisti del dolore di FederDolore SICD Adesioni Societarie • Federdolore-Sicd – Referente nazionale giovani Terapisti del dolore • Socio WIP – Tesoriere del World Institute of Pain, Capitolo Italiano • Socio SIAARTI

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Osteopatia

L’ Osteopatia si occupa delle disfunzioni somatiche (come piu’ vertebre bloccate in una posizione), viscerali (come una tensione dei legamenti gastro- frenici, epato-gastrici, della valvola ileocecale), cranio sacrali (come un coccige deviato oppure una o piu’  suture del cranio impattate) che possono avere origine traumatica, da abitudini alimentari sbagliate, oppure da posture errate. Le stesse disfunzioni  possono influire sull’omestoasi del corpo alterando la digestione, la respirazione, la postura, la circolazione linfatica e venosa, favorendo la cronicizzazione dei processi infiammatori articolari come nelle lombalgie, sciatalgie e cervicalie, viscerali come nelle gastriti, coliti e cistiti, craniali come nelle emicranie, sinusiti, faringiti e otiti.

Pubblicato in Specialità

Fisiatria

La Fisiatria è una disciplina medico-specialistica, denominata anche Medicina Fisica e Riabilitativa. L’interdisciplinarietà della fisiatria è forse l’aspetto che maggiormente caratterizza il medico specialista in tale disciplina. Infatti la Fisiatria è operante nei postumi e negli esiti delle malattie traumatologiche, ortopediche, reumatologiche, neurologiche, otorinolaringoiatriche, respiratorie, urologiche, cardiologiche, dermatologiche, angiologiche.
Il Fisiatra ha competenze per valutare ed affrontare le problematiche relative alla limitazione dell’autonomia e partecipazione della Persona in relazione al proprio ambiente fisico, familiare, lavorativo e sociale. Mira pertanto al massimo recupero delle funzioni ed abilità con un approccio olistico alla persona.

Pubblicato in Specialità

Paolo Montenero

Medico chirurgo, specialista in Neurologia, Fisiatria e Patologia Generale. Ha svolto una lunga esperienza ospedaliera in Fisiatria e Neuroriabilitazione.

E’ stato direttore sanitario della Comunità di Capodarco, sede di Roma ed ha svolto l’incarico di dirigente medico responsabile e di direttore sanitario della Clinica di Riabilitazione – RSA Villa Sacra Famiglia di Roma.

Attualmente è medico responsabile del Servizio di Riabilitazione delle cliniche Paideia e Mater Dei di Roma.

Ha assunto incarichi di docenza presso l’ Università La Sapienza e Tor Vergata di Roma e presso le scuole dell’Associazione Medica Italiana di Floriterapia e dell’Associazione Italiana di Omotossicologia.

Da dieci anni svolge attività di docenza in Corsi Integrati per Diploma Universitario in Fisioterapia presso l’Università Tor Vergata-Cto, presso l’Università La Sapienza di Roma-S.Andrea e presso il Centro di Formazione e Studi Sanitari dell’IDI di Roma.

Ha tenuto seminari di formazione per medici, terapisti della riabilitazione ed infermieri e corsi presso la scuola, per insegnanti di sostegno, Montesano di Roma.

E’ iscritto nel registro degli omeopati dell’Ordine dei Medici di Roma.

E’ autore di testi ed articoli nell’ambito della Neuroriabilitazione, della Fisiatria, della Medicina Biologica e della Floriterapia.

Ha indirizzato il proprio iter formativo-professionale e tiene conferenze e seminari sull’esperienza soggettiva di malattia, sugli aspetti psicologici della medicina, sul rapporto mente-corpo e sulla relazione medico paziente.

Ha collaborato per anni alla rivista ed al programma Holos, per una medicina olistica ed umanistica e per la formazione di operatori e medici della salute.

E’ tutt’ora impegnato in progetti di salutogenesi, di counseling clinico e d’integrazione di medicina accademica e complementare.

 

Taggato con: ,
Pubblicato in Senza categoria, Specialisti

Assirete: un’ulteriore opportunità per i nostri pazienti

Assirete, società specializzata in creazione e gestione delle convenzioni con le strutture sanitarie, nasce da una partnership fra Assi.re.cre (www.assirecregroup.it) e Link (società specializzata nel coordinamento tra le Strutture Sanitarie e le Compagnie). Costituita nel 2003, ha realizzato un’ ampia rete di strutture e centri medici convenzionati in Italia e all’estero per gestire il pagamento delle prestazioni sanitarie in “assistenza diretta”.
Grazie alla Convenzione con questa società assicurativa il Centro Medico Parioli offre ulteriori possibilità ai propri pazienti, mantenendo un elevato livello nelle prestazioni sanitarie offerte.

Pubblicato in News

Una tecnica innovativa per il trattamento delle vene varicose: la Sclero-Mousse Eco-guidata

Al Centro Medico Parioli il Dott. Elia Diaco e il Dott. Gianluigi Rosi effettuano  la Procedura di Sleroterapia Mousse Eco-guidata. Si tratta di una tecnica non invasiva, che non necessita di intervento chirurgico, che viene utilizzata per il trattamento delle vene varicose. Le vene varicose sono una patologia che colpisce maggiormente le donne e che può insorgere con maggiore frequenza tra i soggetti che svolgono un’attività lavorativa che li costringe a stare per molte ore in posizione eretta. E’ necessario sottolineare che si tratta di una patologia invalidante: può infatti portare ad una trombosi venosa superficiale e le gambe possono andare incontro a delle complicanze come la sindrome post flebitica. I sintomi delle vene varicose che sono un campanello d’allarme sono, oltre al rilievo venoso, la sensazione di pesantezza delle gambe a fine giornata e i pruriti che portano alla formazione di un eczema e alla conseguente ulcerazione della pelle. Quando insorgono queste problematiche il problema non va sottovalutato ma affrontato con tempestività. Continua a leggere

Pubblicato in News

Una tecnica innovativa per il trattamento delle vene varicose: la Sclero-Mousse Eco-guidata

Al Centro Medico Parioli si effettua la Procedura di Sleroterapia Mousse Eco-guidata. Si tratta di una tecnica non invasiva, che non necessita di intervento chirurgico, che viene utilizzata per il trattamento delle vene varicose.

Le vene varicose sono una patologia che colpisce maggiormente le donne e che può insorgere con maggiore frequenza tra i soggetti che svolgono un’attività lavorativa che li costringe a stare per molte ore in posizione eretta. E’ necessario sottolineare che si tratta di una patologia invalidante: può infatti portare ad una trombosi venosa superficiale e le gambe possono andare incontro a delle complicanze come la sindrome post flebitica. I sintomi delle vene varicose che sono un campanello d’allarme sono, oltre al rilievo venoso, la sensazione di pesantezza delle gambe a fine giornata e i pruriti che portano alla formazione di un eczema e alla conseguente ulcerazione della pelle. Quando insorgono queste problematiche il problema non va sottovalutato ma affrontato con tempestività.

La diagnosi delle vene varicose viene effettuata tramite una valutazione angiologica e con l’ausilio dell’eco-color-doppler che mette in evidenza sia lo stato della funzionalità valvolare che il diametro del vaso venoso. La presenza di un’incontinenza valvolare crea un’alterazione del funzionamento del normale ritorno venoso con conseguente presenza di rami venosi collaterali, perforanti, venule e teleangiectasie che contribuiranno a provocare un danno tissutale (eczema varicoso) con formazione di lesioni trofiche (ulcere varicose) e successivo danno irreversibile e rischio di trombosi superficiale. Tale evoluzione porta a complicanze agli arti inferiori, che possono rapidamente aggravarsi.

Il trattamento con la Sclero-mousse Eco-guidata è ambulatoriale, senza nessun ricovero e senza anestesia. La schiuma, più efficace della forma liquida, con l’aiuto di un ago o butterfly o venflon viene introdotta a diverse concentrazioni all’interno di un vaso venoso il cui calibro massimo può essere 15-18 mm, attraverso la puntura diretta eco-guidata. La mousse iniettata rapidamente, in pochi secondi sclerotizza, in maniera indolore ed irreversibile, tutte le strutture varicose ed incontinenti. La facilità di esecuzione presso  l’ambulatorio medico, l’ottima efficacia del trattamento, la rapidità di effettuazione consentono di non interrompere la normale attività lavorativa e non ultimo una completa autonomia di gestione.
Va ricordato che tutti possono sottoporsi al trattamento, senza limiti di età. E’ controindicato solo nelle donne in stato di gravidanza.

 

Pubblicato in Senza categoria

Epiluminescenza

L’Epiluminescenza digitale è una tecnica diagnostica non invasiva (cioe’ non dannosa per il paziente) che permette di migliorare la diagnosi delle lesioni pigmentate cutanee (nei, cheratosi, epiteliomi, …) in modo da pervenire sempre piu’ precocemente alla diagnosi del melanoma.

Inoltre la memorizzazione delle immagini dei singoli nei consente di controllare la loro evoluzione nel tempo.

E’ un esame di semplice esecuzione:

– Dopo che si sono individuate le lesioni pigmentate da sottoporre all’esame, le stesse vengono ricoperte da un olio minerale, illuminate con una luce incidente e riprese con una telecamera ad alta definizione
– L’immagine che compare sul monitor viene interpretata dal dermatologo esaminante; successivamente verrà processata dal software e memorizzata.
– Alla fine dell’esame vengono consegnati al paziente i referti contenenti le foto delle singole lesioni, le ipotesi diagnostiche e gli eventuali consigli terapeutici e/o di follow up.

Pubblicato in Servizi

Reumatologia Pediatrica

La reumatologia è la branca della medicina che si occupa della diagnosi, della cura e della riabilitazione delle malattie reumatiche, che sono malattie del tessuto connettivo (il tessuto presente tra una cellula e l’altra con funzione di sostegno) o malattie delle ossa (come l’artrosi) non conseguenti a traumi. Le malattie reumatiche possono avere o meno natura infiammatoria. Tra le prime rientrano l’artrite reumatoide ed il lupus eritematoso; tra le seconde spicca l’artrosi. Alcune malattie reumatiche come il lupus eritematoso, possono interessare non solo l’apparato osteomuscolare ma anche organi interni come cuore, polmoni, reni, ecc…Questo è dovuto all’attivazione di processi di tipo autoimmunitario, cioè di produzione dell’organismo di anticorpi diretti verso le stesse cellule.
Le malattie reumatiche in età pediatrica includono oltre cento patologie differenti che spesso colpiscono le articolazioni; hanno inoltre caratteristiche cliniche diverse da quelle dell’adulto. Nella maggior parte dei casi il decorso della malattia è cronico o ricorrente con interessamento frequente delle articolazioni. La malattia più diffusa è l’artrite idiopatica infantile che a sua volta comprende diverse forme; tra le vasculiti al primo posto come frequenza la Porpora di Shonlein Henoch, segue la malattia di Kawasaki. Il lupus erimatoso sistemico colpisce più frequentemente femmine adolescenti. Malattie rare sono la dermatomiosite giovanile, la sclerodermia e la poliartite nodosa. Un gruppo nuovo di malattie reumatologiche infantili sono le malattie autoinfiammatorie delle quali le più conosciute sono la Sindrome PFAPA e la febbre familiare mediterranea.

Pubblicato in Specialità

Vincenzo Denaro

1967 Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Catania

1967-1975 Assistente ospedaliero, Clinica ortopedica, Ospedale clinicizzato San Matteo, Università di Pavia. Diplomi di specializzazione in Malattie dell’Apparato Digerente, Sangue e Ricambio, Ortopedia e Traumatologia, Medicina del Lavoro, Fisiatria, Università di Pavia

1975-1987 Aiuto ospedaliero, Clinica Ortopedica, Ospedale Clinicizzato San Matteo, Università di Pavia

1987-1994 Professore Associato, Università di Catania

1991-1994 Primario, Servizio di Patologia della Colonna Vertebrale, Università di Catania

1994-2000 Professore Associato, Cattedra di Malattie dell’Apparato Locomotore, Università Campus Bio-Medico di Roma (UCBM)

dal 1994 Direttore della Cattedra e Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia, UCBM

dal 2000 Professore Ordinario, Cattedra di Malattie dell’Apparato Locomotore, UCBM

2009-2014 Preside di Facoltà di Medicina e Chirurgia, UCBM

dal 2014 Presidente della Società Italiana di Chirurgia Vertebrale

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Rocco Papalia

Laureato in Medicina e Chirurgia con voto 110/110 e lode presso Università Campus Bio-Medico di Roma, ha conseguito la Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia con voto 50/50 e lode presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.
Ha conseguito il dottorato di Ricerca in “Rigenerazione Tissutale dell’Apparato locomotore ed Applicazioni tecnologico Sperimentali” presso l’ Università Campus Bio-Medico di Roma.
Attualmente ricercatore universitario e docente di attività didattica nell’ ambito del corso di “Malattia dell’Apparato Locomotore” per il Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia dell’Università’ Campus Bio Medico di Roma.

Società specialistiche: Membro della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), Società Italiana di Artroscopia (SIA), Società Italiana di Chirurgia del Ginocchio, Artroscopia, Sport, Cartilagine, Tecnologie Ortopediche (SIGASOT), European Society of Sports Traumatology Knee Surgery and Arthroscopy (ESSKA), International Society of Arthroscopy, Knee Surgery, and Orthopedic Sport Medicine (ISAKOS), Gruppo regionale Artroscopisti Laziali (REGAL).

Ricerca: E’ autore di numerose pubblicazioni su riviste internazionali quali: “Arthroscopy”, “Clinical orthopaedics and related research”, “Knee Surgery Traumatology and Arthroscopy Journal”, “Spine”, “British Medical Bulletin”, “International Orthopaedics” , “Journal of Bone and Joint Surgery Br”, “Knee”. E’ revisore di lavori scientifici di riviste internazionali: “Clinical Orthopaedics and Related Research” dal 2009 ad oggi. “KSSTA journal ” dal 2009 ad oggi. “Journal Medical Case report” dal 2009 ad oggi. “Foot and ankle International” dal 2010 ad oggi. “Medicine and Sport Science” dal 2010 ad oggi. “American Journal of Sports Medicine” dal 2012 ad oggi.

Ha svolto numerosi stage all’estero in prestigiosi centri universitari come il Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia dell’Università di Pittsburgh (PA-USA), Divisione di Medicina dello sport.
Ha partecipato nel Giugno 2009 e Giugno 2010 al San Diego Shoulder Course. San Diego, California. Corso avanzato di ricerca e tecniche chirurgiche sulle patologie della spalla.
Vincitore di numerose fellowship internazionali, tra le quali EFOST Traveling Fellowship (2012) ed ESSKA traveling fellowship (2014). Vincitore del premio come migliore relazione al XXII° Congresso Nazionale della Società Italiana di Artroscopia (SIA), Pesaro 2013.

Attualmente fa parte dell’equipe medico-chirugica di Ortopedia e Traumatologia dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, svolgendo attività clinica e di ricerca.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

La prevenzione della degenerazione maculare: il Test genetico della Maculopatia senile o legata all’età (AMD)

Si discute molto oggi di prevenzione e la frase “Prevenire è meglio che curare” è stata elevata alla dignità di proverbio popolare. La medicina preventiva ha lo scopo di prevenire l’insorgenza di malattie, traumatismi e infermità, e, quando non ci riesce, ha lo scopo di impedirne o di attenuarne i danni che ne conseguono. Tuttavia alla base di tutto
c’è la necessità di condurre uno stile di vita sano. La prevenzione è, dunque, uno dei pilastri cardine della medicina. Intervistiamo il Dott. Carlo Carta, oculista del Centro Medico Parioli da 14 anni.

Quanto è importante la prevenzione dell’occhio umano?
La prevenzione in oculistica rappresenta la base, significa evitare la cecità e l’ipovisione. In altre parole, salvaguardare quel bene prezioso che è la vista. Nella specie umana l’occhio rappresenta il principale organo di senso: l’80% delle informazioni che dall’ambiente perviene al cervello passa attraverso l’organo della vista. Purtroppo sono molte le malattie che
colpiscono l’occhio. Oltre ad essere numerose, esse sono anche molto invalidanti, e dunque tolgono indipendenza e autonomia agli individui. Le malattie dell’occhio possono essere di natura infettiva o degenerativa. Esistono diverse patologie oculari causa di cecità che possiamo raggruppare in due macro aree:
– Malattie oculari dell’infanzia, come ad esempio l’ambliopia, il cosiddetto occhio pigro, patologie retiniche legate spesso ad infezioni contratte dalla madre durante la gravidanza ,eccetera.
– Malattie oculari dell’adulto, come ad esempio le degenerazioni maculari (giovanile, presenile e senile), la miopia degenerativa, il glaucoma,la cataratta,la retinopatia diabetica o distacco della retina.

La degenerazione maculare legata all’età è un vero e proprio problema di salute pubblica che interessa più di un milione di persone in Italia, quali sono le caratteristiche principali di tale patologia?
La AMD (Age-Related Macular Degeneration) – degenerazione maculare legata all’età – è una malattia che interessa l’area “nobile” della retina: la macula. La macula è una piccola zona centrale della retina deputata alla visione centrale, nei fatti l’organo con cui fissiamo le immagini quindi la utilizziamo sia per fissare le immagini a distanza che per leggere o distinguere i dettagli più fini. La AMD, considerata una delle principali cause di ipovisione della società industrializzata, è, quindi, una malattia che genera la perdita progressiva della visione centrale ed è correlata all’età: ha esordio a partire dai 50 anni con una frequenza sempre maggiore con l’avanzare dell’età. Esistono determinati fattori di rischio, quali eccessiva esposizione agli UVA-UVB, fumo, stress, ossidativi vari, carenze vitaminiche, o fattori genetici (familiarità) che possono accelerare la progressione della malattia.

Qual è il trattamento medico della DMLE?
Attualmente i trattamenti della AMD sono essenzialmente, nelle forme iniziale, legate all’utilizzo di terapie antiossidanti, l’utilizzo di occhiali da sole, e modifiche alimentari e di stile di vita, per quanto possibile. Naturalmente queste terapie sono molto più efficaci se iniziate in occhi che non presentino ancora segni degenerativi della macula. Per tale motivo l’oculistica si è orientata verso la ricerca dei geni coinvolti in questa patologia, con l’obiettivo di poter intervenire in maniera sempre più precoce. I risultati hanno portato all’individuazione di un esame per la prevenzione delle malattie legate alla macula: il AMDGeneticTest6. Si tratta di un test che valuta 6 polimorfismi in 5 geni e permette di stimare il rischio genetico di insorgenza e progressione della degenerazione maculare.

AMDGenetic Test 6: di cosa si tratta esattamente?
L’AMD GeneticTest6 è un test genetico innovativo della AMD che, attraverso un comune tampone orale, analizza il DNA del paziente e consente di evidenziare alterazioni correlate con patologie o disturbi ereditabili. L’operazione è molto semplice, rapida, non invasiva e del tutto indolore per il paziente. Essa consiste nell’utilizzo di uno spazzolino morbido monouso sterile che viene sfregato per pochi secondi contro la parete interna delle guance. Tale operazione consente di ottenere dalla mucosa orale, piccole quantità di cellule contenenti il DNA del paziente, che verrà estratto e sottoposto all’indagine genetica. Tale tecnica rappresenta il primo Test genetico in ambito oculistico e, con ogni probabilità, porterà ad una modifica dell’approccio alla patologia. Difatti sarà possibile modificare, in tempi molto precoci, i fattori di rischio legati allo stile di vita del paziente e intervenendo sulle motivazioni del paziente stesso al cambiamento.

Quali sono benefici e vantaggi?
La conoscenza acquisita del rischio genetico per la Degenerazione Maculare attraverso il AMDGenetic Test6, implica una attenta valutazione di tutti i fattori di rischio (Età, fumo, obesità, esposizione eccessiva alla luce solare, ecc…) allo scopo di mettere a punto strategie terapeutiche tali da prevenire la perdita della funzione visiva. Ed è proprio questo il vero beneficio del test, ossia quello di riuscire a iniziare delle terapie preventive in momenti in cui sono decisamente più efficaci, rafforzando l’area maculare con terapie antiossidative precoci e quindi più efficaci. Inoltre, occorre ricordare che la percentuale di certezza del test varia dall’82-86%, quindi parliamo di cifre elevatissime.

Quali potrebbero essere i risvolti in questo ambito per il futuro? Il Test AMDGeneticTest6 può rappresentare solo il primo di successivi sviluppi ditecniche di prevenzione delle patologie legate alla macula?
Sicuramente questo test sarà il primo di tanti altri. Credo che lo sviluppo di questa branca porterà altrettanti sviluppi in tutte le specialità della
medicina. Tuttavia siamo agli albori di una nuova medicina, sicuramente molto diversa rispetto a quella a cui ci siamo abituati fino ad oggi, e confido che l’analisi del DNA può garantire una visione molto più completa della salute del paziente e, conseguentemente, prevenire, in maniera più efficace eventuali patologie.

Quali sono i consigli che, da buon medico professionista, si sente di comunicare all’utente?
Personalmente consiglio a tutti di pensare sempre e comunque ad effettuare controlli per prevenire la patologia, senza aspettare l’insorgere di problemi che ci possono spingere dal medico. E’ di essenziale importanza diagnosticare le manifestazioni precoci al fine di ritardare quanto più possibile l’evoluzione verso la degenerazione maculare. Quindi è consigliabile, a partire dai 50 anni, effettuare periodicamente visite oculistiche e combattere i fattori di rischio migliorando il regime alimentare e lo stile di vita. Inoltre credo che l’AMDGenetic Test 6 possa essere considerato l’ inizio di un futuro ricco di piacevoli sorprese.

Pubblicato in Senza categoria

La sindrome delle apnee notturne ostruttive: un disagio per molte persone

La sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSA) probabilmente può non dire nulla a molti, ma se parliamo di “russare” allora il quadro cambia e si inizia a pensare a quante sono state le notti passate insonni per via del rumore fastidioso. Andiamo ora ad analizzare nello specifico questa
patologia e le sue caratteristiche. Abbiamo intervistato il Dott. Manuele Casale, Otorinolaringoiatra del Centro Medico Parioli.

Cosa si intende per sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSA)?
E’ una condizione morbosa caratterizzata da comparsa durante il sonno di episodi ripetuti di ostruzione parziale (ipoapnee, caratterizzate da marcata riduzione del flusso aereo – almeno il 50% rispetto ai valori basali) o completa (apnee) delle prime vie aeree.

Quali sono i principali sintomi?
Il paziente affetto da OSA solitamente ha un sonno caratterizzato da forte russamento che può essere accompagnato da pause respiratorie o da improvvisi risvegli notturni. I sintomi diurni sono quelli tipici di “chi dorme male”; il paziente può presentare sonnolenza diurna, cefalea mattutina, facile irritabilità, disturbi della concentrazione e perdita di memoria. Il russamento è generato dalla messa in vibrazione delle strutture delle alte vie respiratorie che si rilassano e si restringono al passaggio di aria; quando il restringimento è completo si verifica l’apnea e
l’individuo smette di respirare.

Quali sono le conseguenze alle quali si può andare incontro con il passare degli anni se un’OSA non viene riconosciuta e adeguatamente trattata?
A lungo andare, specialmente le OSA severe, possono comportare serie conseguenze sull’apparato cardiocircolatorio, respiratorio e sul cervello. Numerosi studi hanno dimostrato che l’incidenza di aritmie, ictus e infarto nei soggetti con OSA è superiore rispetto alla popolazione generale.

Risulta quindi essere una patologia molto diffusa?
Vari studi di epidemiologia clinica hanno svelato l’elevato numero di apnee durante il sonno nei soggetti russatori; recentemente una delle più
importanti riviste di medicina americane sottolineava l’elevata frequenza dell’OSA nella popolazione generale, definendola una patologia ormai “sociale”. Negli USA è stato calcolato che circa il 38% degli incidenti automobilistici dipende dalla sonnolenza persistente di questi pazienti.

Come si fa una diagnosi di OSA?
Innanzitutto la prima cosa da fare è studiare il paziente da un punto di vista multidisciplinare: vi sono disturbi del sonno o altre patologie che
possono provocare sonnolenza diurna o frequenti risvegli notturni in assenza di pause respiratorie notturne, così come vi sono forti russatori che non hanno apnee notturne. E’ necessario, nel sospetto di OSA, eseguire una visita otorinolaringoiatrica accurata ed uno studio del
sonno mediante una Polisonnografia.

Qual’è il modo migliore per trattare la sindrome dell’OSA?
I pazienti affetti da OSA devono ricevere un trattamento adeguato per evitare le conseguenze sia a breve che al lungo termine precedentemente discusse. E’ indispensabile nelle persone in sovrappeso iniziare un trattamento dietetico, evitare gli alcoolici e i pasti abbondanti prima di andare a dormire; in molte persone le OSA possono migliorare enormemente con la sola perdita di peso. In alcuni casi, invece, è necessario ricorrere alla chirurgia o a dispositivi capaci di ripristinare la pervietà delle alte vie respiratorie, come gli “oral appliance” o la CPAP (Continuous Positive Airways Pressure). La CPAP è un dispositivo dotato di un minicompressore collegato ad una maschera facciale che il paziente deve indossare nel corso della notte,e che, agendo da dilatatore pneumatico delle vie aeree superiori evita l’ostruzione, annullando l’evento generatore dell’apnea. L’espirazione è invece garantita dalla presenza di una valvola. La CPAP è molto efficace in quanto risolve la maggior parte delle apnee ostruttive notturne, ma purtroppo è scarsamente tollerata dai pazienti.

Il trattamento chirurgico della patologia può rappresentare una valida alternativa?
Anche se la CPAP è considerata il trattamento più efficace dell’OSA, solo una piccola percentuale di pazienti riesce a tollerarla; è in questi casi che si può valutare l’opzione chirurgica. Ovviamente, prima di ogni ipotesi di trattamento chirurgico, il paziente con diagnosi di OSA deve essere sottoposto ad un attento esame fibroscopico delle alte vie respiratorie, eventualmente integrato con esami di imaging, per identificare i siti di maggiore ostruzione che potrebbero essere il target del trattamento
chirurgico. Esistono diverse procedure chirurgiche per alleviare l’OSA. Si parte da interventi mini-invasivi per arrivare in rarissimi casi a proporre interventi più impegnativi, in base alla gravità della patologia e al sito di maggiore ostruzione, con una percentuale di successo intorno al 90%. Tra gli interventi meno invasivi e sempre più frequentemente eseguiti in regime di day surgery ricordiamo, a livello nasale, la decongestione dei turbinati inferiori, la correzione del setto nasale, la polipectomia, mentre a livello orofaringeo l’uvulopalatopalstica (eliminazione dell’ugola e del palato molle in eccesso che ostruiscono le vie respiratorie a paziente sdraiato) con eventuale tonsillectomia per avere una maggiore apertura delle vie aeree. Nei casi più gravi o di insuccesso degli interventi mini-invasivi può essere necessario ricorrere ad interventi più impegnativi come la riduzione volumetrica della base lingua o alla chirurgia maxillo-facciale. Negli ultimi anni, soprattutto a supporto e integrazione della chirurgia mini-invasiva, si è andata affermando la cosiddetta “fisioterapia” dei muscoli delle alte vie respiratorie che mantengono aperte le vie respiratorie e si oppongono al collasso notturno delle vie respiratorie responsabili dell’OSA.

Per concludere, di quali benefici gode un paziente russatore con sospette apnee notturne presso il Centro Medico Parioli?
Presso il nostro centro, grazie alla presenza di diversi medici specialisti e alla loro capacità di operare in modo veramente integrato, si può eseguire l’iter diagnostico completo evitando di dover autonomamente ricercare e consultare i singoli specialisti. Un’equipe multidisciplinare accompagna “per mano” il paziente in tutto il suo percorso diagnostico, terapeutico e riabilitativo.

Pubblicato in Senza categoria

Campagna di Prevenzione in Odontoiatria Pediatrica

La salute dei denti di tuo figlio è importante da subito. Istruiscilo alle giuste abitudini, fai la corretta prevenzione di carie e malocclusioni. Controlla le funzioni orali, la respirazione, la deglutizione e la postura; elimina le abitudini sbagliate. Prenota per lui una visita gratuita; saremo lieti di conoscervi.

Il polo odontoiatrico del Centro Medico Parioli propone:

Bambini di 3-6 anni:
Visita gratuita, istruzioni di igiene orale e consegna gadget.
Bambini di 6-9 anni:
Visita, ortopanoramica, sigillature e valutazione ortodontica gratuite.

Pubblicato in News

La prevenzione della degenerazione maculare: il Test genetico della Maculopatia senile o legata all’età (AMD)

Si discute molto oggi di prevenzione e la frase “Prevenire è meglio che curare” è stata elevata alla dignità di proverbio popolare. La medicina preventiva ha lo scopo di prevenire l’insorgenza di malattie, traumatismi e infermità, e, quando non ci riesce, ha lo scopo di impedirne o di attenuarne i danni che ne conseguono. Tuttavia alla base di tutto c’è la necessità di condurre uno stile di vita sano. La prevenzione è, dunque, uno dei pilastri cardine della medicina. Intervistiamo il Dott. Carlo Carta, oculista del Centro Medico Parioli da 14 anni.

Leggi l’intervista

Pubblicato in News

La sindrome delle apnee notturne ostruttive: un disagio per molte persone

La sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSA) probabilmente può non dire nulla a molti, ma se parliamo di “russare” allora il quadro cambia e si inizia a pensare a quante sono state le notti passate insonni per via del rumore fastidioso. Andiamo ora ad analizzare nello specifico questa
patologia e le sue caratteristiche. Abbiamo intervistato il Dott. Manuele Casale, Otorinolaringoiatra del Centro Medico Parioli.


Leggi l’intervista

Pubblicato in News

Enrica Scagnetto

Nata a Roma il 28/08/65. Svolge l’attività di Igienista Dentale in qualità di libera professionista. Si è diplomata igienista dentale nel 1993 con votazione 100/100 presso L’Istituto Superiore di Odontoiatria “George Eastman”. Si è laureata in Igiene Dentale il 28/01/03 con votazione 110 e lode, presso il Corso di Laurea per Igienisti Dentali dell’Università di Roma La Sapienza. Il 27/04/09 ha conseguito la Laurea Magistrale Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecnico Assistenziali con la votazione 110 e lode, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma La Sapienza.

Dall’anno accademico 1993/94 al 2012/2013, ha svolto incarichi di insegnamento e seminari, prima presso la Scuola Regionale per Igienisti Dentali “George Eastman” , ed in seguito presso il Corso di Laurea per Igienista Dentale della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma La Sapienza.

Dal 7 gennaio 2014 è Direttore Didattico del Corsi di Laurea Specialistica delle Professioni Sanitarie Tecniche Assistenziali.

In qualità di relatrice ha tenuto diversi corsi sullo sbiancamento professionale e sulle tecniche di detartrasi e strumentazione parodontale.
Ha partecipato a numerosi congressi italiani ed esteri ed ha presentato numerose comunicazioni scientifiche edite a stampa.

Ha una buona conoscenza della lingua inglese parlata e scritta.
Ha svolto attività di volontariato per i bambini, nell’Europa dell’Est, con l’organizzazione OVERLAND FOR SMILE.

Dal 2003 al 2011 ha collaborato in qualità di Relatore EXPERT Oral- B con la Procter & Gamble svolgendo per conto dell’azienda numerose relazioni in diverse città italiane.

Da giugno 2012 è membro del Global Dental Hygiene Advisory Board (GDHAB), per conto della Procter& Gamble, in rappresentanza dell’Italia.

Ha collaborato con la ASL RMA ad un progetto di prevenzione odontoiatrica che ha previsto l’intervento di igienisti dentali ed odontoiatri nelle scuole pubbliche e private della regione Lazio.

Dal 1998 è iscritta all’associazione di categoria AIDI (associazione igienisti dentali italiani), per la quale ricopre il ruolo di Presidente della Regione Lazio. 

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Cigna-Vanbreda International punta sul Centro Medico Parioli

Cigna-Vanbreda International, società con oltre 50 anni di esperienza nella gestione di soluzioni assicurative sulla salute e benefit per i dipendenti chiamati a lavorare all’estero di aziende, organizzazioni intergovernative e ONG in tutto il mondo, ha sottoscritto pochi giorni fa un accordo con il Centro Medico Parioli per l’assistenza diretta dei suoi assicurati. D’ora in poi sarà quindi possibile per tutti coloro che hanno una polizza con Cigna-Vanbreda International avvalersi gratuitamente delle prestazioni sanitarie del Centro Medico Parioli. Tale accordo si inquadra all’interno di una strategia di relazioni con enti assicurativi che vede il Centro Medico Parioli impegnato nella tutela della salute del lavoratore ed in particolare di coloro che sono chiamati a trasferirsi a Roma per esigenze professionali e che quindi si trovano in una situazione di maggiore incertezza.
Pubblicato in News

Andrea Zecca

Si laurea con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria nel 1993. Dal 1993 al 1997 Ufficiale Odontoiatra presso il policlinico Militare Celio di Roma. Nel 2002 ha frequentato presso la State University di New York in Buffalo l’ “Advanced Surgical implant Training Program”. Dal 2003 al 2005 e’ stato tutor nei corsi di” Dissezione Anatomica applicata alla Implantologia Orale Avanzata” presso l’Universita’ della Catalogna di Barcellona. Tra i primi in Italia ad accreditarsi all’impiego della sistematica CEREC (sistema digitale di rilievo dell’impronta con telecamera intra orale e di realizzazione CAD / CAM di restauri in ceramica integrale individuali, in un’unica seduta). È stato relatore in corsi e congressi nazionali ed autore di numerose pubblicazioni su argomenti di implantoprotesi ed odontoiatria estetica.
Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Nefrologia

La nefrologia è quella branca della medicina interna che si occupa dello studio e della cura delle malattie dei reni, dei disturbi dell’acqua e degli elettroliti corporei.
Le malattie renali colpiscono circa il 5-7% della popolazione.
I principali sintomi di una malattia dei reni sono:
– alterazione della minzione (aumento o riduzione della diuresi, difficoltà)
– presenza di globuli rossi nelle urine (ematuria)
– presenza di proteine nelle urine (proteinuria)
– ipertensione arteriosa
– edemi declivi (gambe, tronco)
– anemia.
Quando i reni smettono di funzionare bisogna sostituirli o con la dialisi o con il trapianto.

Pubblicato in Specialità

FABER 244

FABER è un test in vitro per misurare le IgE specifiche nel siero o plasma umano, utilizzando solo piccolissime quantità del campione di sangue del paziente.

Quando è consigliato il test FABER?

  • Se hai sintomi riferibili ad una allergia come rinite, congiuntivite, asma, orticaria, eczema, reazioni ad alimenti anche con diarrea e dolori addominali, ad insetti o al latex.
  • Quando più sintomi si associano allo stesso tempo e sono causati da diversi fattori scatenanti.
  • Se hai già attuato delle diete di restrizione senza successo e se cerchi di evitare l’esposizione agli allergeni senza riuscire a stare meglio.
  • Se nella tua famiglia ci sono altri che soffrono di allergia.
  • Se vuoi sapere se soffri di allergia prima di viaggiare, cominciare una nuova attività lavorativa o nel tempo libero.
  • Se hai le IgE totali o gli eosinofili elevati.
  • Se ti hanno consigliato di fare un vaccino per l’allergia.
  • Se vuoi fare uno screening periodico per la diagnosi precoce.

 

Pubblicato in Servizi

Psicologia

La Psicologia, divenuta disciplina scientifica e autonoma dalla filosofia a partire dalla fine del 1800, è lo studio scientifico del comportamento degli esseri umani e dei loro processi mentali. Tale studio riguarda le dinamiche interne dell’individuo, i rapporti che intercorrono tra quest’ultimo, l’ambiente sociale e le regole del mondo, il comportamento umano ed i processi mentali che intercorrono tra gli stimoli sensoriali e le relative risposte.
Attualmente la Psicologia è la scienza composita che adotta differenti metodi di ricerca a seconda dell’oggetto di studio a cui si rivolge e degli indirizzi teorici di riferimento. Pertanto lo Psicologo, riconosciuto come figura professionale in base alla Legge 18 febbraio 1989, n. 56, esercita la sua professione facendo uso di strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, l’attività di riabilitazione/sostegno in ambito psicologico, la sperimentazione, la ricerca e la didattica nello stesso ambito.

 

 

Pubblicato in Specialità

Pediatria

La pediatria e’ una branca della medicina che si occupa dello sviluppo psico-fisico dei bambini, della prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie infettive, dell’alimentazione dalla nascita fino a 16 anni di vita.

Pubblicato in Specialità

Angelo Lauria Pantano

Laureato in Medicina e Chirurgia con voto 110/110 e lode presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma; Specializzato in Endocrinologia e Malattie Metaboliche con voto 50/50 e lode presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Nel 2013 ha conseguito il Master Universitario di II livello in Patologie Ipotalamo Ipofisarie presso l’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Dal 2009 al 2011 ha frequentato il corso di Dottorato di Ricerca Internazionale in Endocrinologia e Malattie Metaboliche presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Ha acquisito specifiche competenze nella diagnostica ecografica partecipando tra gli altri al Corso pratico di formazione in Diagnostica con ultrasuoni presso il Modulo di Diagnostica e Terapia eco-assistita del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, al Corso di Perfezionamento in Ecografia Dermatologica presso la Struttura di Diagnostica per Immagini dell’I.R.C.C.S Istituto San Gallicano-IFO, patrocinati entrambi dalla Società Italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia (S.I.U.M.B), e al Corso Itinerante Teorico-Pratico di Ecografia del Collo, patrocinato dall’Associazione Medici Endocrinologi (AME).

Dal 2004 è membro del gruppo di ricerca I.M.D.I.A.B. attivo nella ricerca sull’immunoterapia nel Diabete tipo 1.

Nel 2006 ha conseguito il “Certificate of basic competence in Clinical Research and Good Clinical Practice (GCP)”.
Attualmente fa parte dell’ UOS Malattie Metaboliche dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, svolgendo attività clinica e di ricerca.
Società scientifiche di appartenenza: Società Italiana Endocrinologia (SIE), Associazione Medici Endocrinologi (AME), American Association of Clinical Endocrinologists (AACE), Società Italiana Diabetologia (SID), European Association for the Study of Diabetes (EASD).

Dal 2008 al 2011 ha ricoperto il ruolo di coordinatore nazionale dei Giovani Endocrinologi per conto dell’Associazione Medici Endocrinologi.

Partecipazione a numerosi congressi scientifici nazionali ed internazionali, in qualità di partecipante, relatore, tutor e organizzatore.

Nel 2009 ha vinto il Premio Eli Lilly “Diabete e Metabolismo” nel corso del 9° Congresso Nazionale dell’Associazione Medici Endocrinologi.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Medicina Estetica

Con la Medicina Estetica si possono risolvere piccole o medie imperfezioni del viso o del corpo, le quali possono influenzare sia la propria presenza che la qualità della vita e quindi indirettamente anche la propria salute psichica ed i rapporti interpersonali.
E’ importante sottolineare che la Medicina Estetica può essere usata anche a scopo preventivo, per “fermare il tempo”, come si suol dire.

Cura del viso:

E’ importante utilizzare un approccio olistico, al fine di selezionare il trattamento appropriato. L’intero processo deve iniziare con un esame approfondito della pelle, in seguito al quale si formula la diagnosi e si scelgono i cosmetici giusti per la propria pelle. Niente più della cura quotidiana può  prevenire l’anti-invecchiamento. Se necessario vengono poi consigliati i trattamenti medici, che non dovrebbero essere unilaterali, perché una persona può avere bisogno di trattamenti diversi in punti diversi:
Biostimolazione con vitamine
Filler con Acido Ialuronico
Tossina botulinica (Botox)
Peeling chimici.
Tutti i trattamenti sono più efficaci e durano più a lungo su una pelle sana, precedentemente trattata con una cosmetica mirata.

 

Pubblicato in Specialità

Fisioterapia

La Fisioterapia è una professione sanitaria che si occupa della rieducazione delle funzioni corporee (respirazione, passo, postura, coordinazione muscolare, articolarità della schiena e degli arti) che sono state  compromesse a causa di una patologia o di un evento traumatico, oppure dal dolore causato da un infiammazione cronica.
Lavora attraverso mobilizzazioni passive, il massaggio terapeutico, la terapia fisica  e metodiche di rieducazione posturale come la Rieducazione Posturale Globale (Souchard), di rieducazione della forza muscolare, dell’equilibrio e della coordinazione, come il Kabat e la riabiltazine vestibolare.
 
Pubblicato in Specialità

Neurologia

La Neurologia è quella branca della medicina che studia le patologie inerenti al Sistema Nervoso Centrale (cervello, cervelletto, tronco encefalico e midollo spinale) ed il Sistema Periferico Somatico (radici e gangli spinali, plessi e tronchi nervosi) ed il Sistema Nervoso Periferico Autonomo (gangli simpatici e parasimpatici, plessi extraviscerali ed intraviscerali).

Pubblicato in Specialità

Eustachio Calia

Il Dr. Eustachio Calia è dal 2003 il Responsabile del Servizio di Neurologia, Psichiatria e Neurofisiologia Clinica presso la Casa di Cura Paideia di Roma ed è il neurologo di riferimento di Altamedica Spa e del circuito Artemisialab di Roma. E’, inoltre, consulente neurologo presso la Casa di Cura Mater Dei di Roma.

Dopo essersi laureato con lode nel 1987 si è specializzato in Neurologia nel 1991 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Dal 1988 al 1991 ha frequentato il laboratorio del sonno presso la Clinica Universitaria di Tor Vergata (Direttore Prof. Giorgio Bernardi) e nel 1992 ha collaborato ad un progetto di ricerca sui rapporti fra epilessia e sonno finanziato dal CNR presso la Bethel Anstalt di Bielefeld in Germania.

Dal 1995 al 2002 ha lavorato al Campus Bio-Medico di Roma sia in attività di ricerca di base che in attività di reparto, ed è stato anche consulente neurologo presso il Rome American Hospital dal 1994 al 2003.

Presso la Casa di Cura Paideia, il Dr. Calia coordina una equipe di Neurologi, Psichiatri, Neurofisiopatologi e Psicologi Clinici, grazie al cui contributo è in grado di offrire una adeguata assistenza in degenza a pazienti affetti da un ampio spettro di patologie neurologiche e psichiatriche.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Dietologia

L’ obiettivo in dietologia non è semplicemente aiutare a diminuire il peso corporeo, ma trasmettere i segreti della giusta nutrizione. Quindi si tratta di un vero e proprio insegnamento.
Per la creazione del programma nutrizionale, mediante un’accurata visita, si prendono in considerazione:
  • Le preferenze nutrizionali
  • Le abitudini di vita
  • Le attività  giornaliere
  • Il profilo psicologico
  • L’ anamnesi dietologica e nutrizionale
  • L’ anamnesi patologica
  • Gli esami ematochimici
  • I dati della visita clinica
  • I valori antropometrici
  • I risultati impedenziometrici
In base ai dati ottenuti si organizza in modalità collaborativa una proposta nutrizionale che si basa non solo sul numero di calorie, ma anche sul giusto rapporto tra micro e macro nutrienti.
La cosa più importante è personalizzare la propria dieta in modo da non rinunciare ai piatti più graditi e alla vita socio-famigliare.
Dopo la fine del programma della diminuzione del peso e del grasso corporeo ed il raggiungimento del obiettivo prefissato, si prosegue con la seconda parte che è la più importante: il mantenimento.
In questo modo sarà possibile appropriarsi dei segreti della giusta nutrizione in modo da riuscire a mantenere costante il proprio peso forma.
Pubblicato in Specialità

Spirometria

La Spirometria è un test diagnostico semplice, indolore e non invasivo usato per la valutazione della funzionalità respiratoria.

Viene eseguita con uno speciale apparecchio computerizzato (spirometro) collegato ad un boccaglio.

La spirometria è un esame che, se eseguito alla comparsa dei primi problemi di tipo respiratorio o ai primi sospetti di una patologia broncopolmonare, è in grado di fornire dati di notevole rilevanza, sia per quanto riguarda la diagnosi che per quanto concerne le strategie terapeutiche.

Le patologie che possono provocare alterazioni a livello di funzionalità respiratoria sono molto numerose; fra le principali ricordiamo l’asma, la bronchite cronica, l’enfisema polmonare, la polmonite, le miopatie e l’obesità.

Pubblicato in Servizi

Esame Polisonnografico

L’ Esame Polisonnografico è un procedura non invasiva, ambulatoriale, che permette la diagnosi delle apnee notturne, OSA (Obstructive Sleep Apnea).
Alcuni sintomi come sensazione di sonno non efficace, sonnolenza diurna e crisi improvvise di sonno, facile stancabilità, ansia, irritabilità, peggioramento dell’umore, diminuzione del grado di attenzione e concentrazione ed altri possono essere dovuti alle apnee notturne per lo più nei russatori.

Le apnee notturne sono un fattore di rischio per malattie cardiovascolari, ipertensione arteriosa e aritmie.

Pubblicato in Servizi

Francesco Maneschi

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Palermo il 14/7/1982, con la votazione di 110/110 e lode, discutendo la tesi “Lesioni ureterali gravi secondarie ad isterectomia”. Abilitazione all’esercizio della Professione Medica presso l’Università di Palermo nella 2a sessione del 1982. Iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Palermo il 28/04/1983. Dal 13/12/05 iscritto all’Albo dei Medici-Chirurghi della Provincia di Latina con il numero 03233.

Specializzazione in Ostetricia e Ginecologia presso l’Università degli Studi di Palermo il 16/12/1986, con la votazione 50/50 e lode, discutendo la tesi “Effetto della chemioterapia per leucemia acuta sulla maturazione puberale e sulla funzione riproduttiva in giovani donne. Studio longitudinale”. Specializzazione in Chirurgia Oncologica presso l’Università degli Studi di Palermo il 16/12/1991 con la votazione di 50/50 e lode, discutendo la tesi “La chirurgia radicale nel trattamento del carcinoma del collo uterino in fase localmente avanzata”.

15/1/1986 – 20/7/1986 Medico frequentatore presso la Divisione di Oncologia Ginecologica dell’Istituto Nazionale Tumori.

1/1/1987 – 30/11/1988 Medico frequentatore presso la Cattedra di Oncologia Ginecologica dell’Università di Palermo.

1/12/1988 – 31/7/1989 Assistente presso la Divisione di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale “Buccheri La Ferla” Fatebenefratelli di Palermo.

Ricercatore presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata dal 1989 al 1994.

Periodi di Studio e Ricerca presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in Roma dal 1990 al 1992.

Ricercatore confermato presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in Roma dal 1994 al 1997.

Frequenza presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università di Mainz, nel 1994.

Frequenza presso la Divisione di Ginecologia della Mayo Clinic, Scottsdale, Arizona, nel 1996. Ricercatore confermato con la qualifica di Aiuto presso l’Area di Ginecologia della Libera Università Campus Biomedico, dal 1997 al 2000.

Direttore Unità Operativa Complessa Ostetricia e Ginecologia Ospedale S. Maria Goretti, Latina, dal 2000 ad oggi.

Attività di ricerca: Il Dott. Francesco Maneschi è autore di 192 pubblicazioni, di cui 93 in lingua straniera, che esplorano diversi settori della Clinica Ostetrica e Ginecologica. L’attività svolta si articola su 4 temi principali: l’endocrinologia ginecologica, le malformazioni congenite dell’apparato genitale femminile, l’oncologia e la chirurgia ginecologica.

Attività didattica: Insegnamento di Ginecologia Oncologica presso la Scuola di Specializzazione di Ginecologia e Ostetricia dell’Università Cattolica, dal 1995 al 1999.

Docente al corso di Clinica Ginecologica ed Ostetrica nel corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Libera Università Campus Bio Medico Roma, dal 1997 al 2001.

Insegnamento di Statistica Medica per il Diploma Universitario di Scienze Ostetriche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Anno accademico 1996-97.

Insegnamento di Ostetricia e Ginecologia nel Corso Integrato di Medicina Materno-Infantile per il Diploma Universitario di Scienze Infermieristiche presso l’Università Campus Bio Medico di Roma, Anno accademico 1999-2000.

Incarico di Professore a Contratto per l’insegnamento di Ostetricia e Ginecologia pressol’Università La Sapienza di Roma per il Corso di Laurea presso la sede di Latina dal 2005 al 2012. Docente della Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia Università Sapienza Roma dal 2008 al 2012.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Chirurgia Generale

La chirurgia generale, diversamente da quanto suggerisce il nome, è una specializzazione chirurgica che si concentra soprattutto sugli organi della cavità addominale, quindi l’esofago, lo stomaco, il colon, il fegato, la cistifellea compresi i dotti biliari, il pancreas; spesso si occupa anche della tiroide e delle ernie. La chirurgia addominale può essere distinta in due tipi in base all’approccio tecnico che si intende utilizzare: la chirurgia addominale laparotomica e la chirurgia addominale laparoscopica o mini-invasiva.

Pubblicato in Specialità

Nuria Pizarro

Laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Siviglia, in Spagna, nel 2000;

Specializzata in Dermatologia e Venereologia, presso l’Università del Sacro Cuore a Roma, nel 2004;

Dirigente di primo livello a tempo determinato presso il reparto di Dermatologia Pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma, nel 2004;

Attualmente ricopre i ruoli di:
Responsabile del servizio di dermatologia oncologica, clinica e pediatrica delle Cliniche Artemisia Lab;
Responsabile dermatologico nel poliambulatorio Omes;
Responsabile del servizio di Epiluminescenza del Centro Medico Parioli dal 2005.

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Maria Livia Bernardi

Medico specialista e ricercatrice di laboratorio. Si laurea in Medicina nel 1994 all’Università degli Studi Roma “Sapienza”, consegue nel 1999 la specializzazione in Allergologia e Immunologia Clinica, e nel 2006 il dottorato di ricerca in Scienze delle Terapie Immunologiche. Dopo il periodo universitario dedicato all’assistenza e ricerca nella patologia da HIV, nel 2006 entra, prima tra gli Associati Fondatori del CAAM, nel Centro di Allergologia Molecolare, dove inizia e sviluppa la sua attività volta alla caratterizzazione clinica e immunologica di nuove molecole allergeniche. Molte di queste nuove molecole andranno a incrementare il numero di allergeni presenti sul microarray ISAC, nonché a creare un microarray “flessibile” denominato ABA (Allergen Beads Array) per cui la Dr.ssa Bernardi ha dato il maggior contributo in ricerca e sviluppo. La sua descrizione della differente reattività immunologica e clinica verso allergeni, omologhi e non, ha contribuito alla definizione di nuovi interventi terapeutici nel paziente con allergia alimentare. È co-autrice di 28 lavori scientifici di cui 20 in collaborazione con altri associati del CAAM. È co-fondatrice del CAAM, cui contribuisce attivamente e in modo originale con le attività cliniche e di ricerca.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Adriano Mari

Laurea in Medicina e Chirurgia (Roma, 1980) con voto di 110/110 e Lode. Diploma di Specializzazione in Allergologia (Roma, 1983) con Voto 70/70 e Lode.
Attività Clinica Specialistica
2013 Associato fondatore, Amministratore/Rappresentante, Coordinatore Scientifico/Professionale dei Centri Associati di Allergologia Molecolare, Roma.
2010-2013 Dirigente di Unità Operativa Complessa–Direttore del Centro di Allergologia Molecolare, IDI-IRCCS, Roma.
2006-2010 Coordinatore del Centro di Allergologia Clinica e Sperimentale, IDI-IRCCS, Roma.
2005-2006 Contratto di Consulente Scientifico del Modulo di Allergologia Sperimentale, IDI-IRCCS, Roma.
1991-2006 Incarico a tempo indeterminato Servizi di Allergologia, SSN.
Attività di Consulenza Specialistica
2012-Membro del Subcommittee for the Standardization and Quality Assessment of Immunological Diagnostics della International Union of Immunological Societies (IUIS).
2008- Direttore Scientifico di I.F.A.R.A.I. Onlus (International Fund for Advanced Research in Allergy and Immunology).
2006-2009 Advisor member del “Subcommittee on Diagnostic Allergy Techniques”, Clinical and Laboratory Standards Institute, Wayne, PA, USA.
2005-2006 Consulente Scientifico del Modulo di Allergologia Sperimentale, IDI-IRCCS, Roma.
Progetti di Ricerca
2011- INAIL- Dipartimento Medicina del Lavoro (ex ISPESL) -Risposta immunologica e rischio allergologico occupazionale da esposizione ad animali da laboratorio.
2009- 2010 CRPA SpA 2009- P-R_NATURALMENTE FUNZIONALE- Individuazione di componenti e principi nutritivi a valenza funzionale presenti nel formaggio Parmigiano Reggiano.
2008- EU-FAST Project-Towards Safe and Effective Immunotherapy of Persistent Life-Threatening Food Allergies.
2003- Creazione della “Allergy Data Laboratories sc”.
2000- Creazione, sviluppo e gestione del sito web “Allergome-Database of Allergeni c Molecules”(www.allergome.org).
2001-2005 EU-CREATE Project Development of certified reference materials for allergenic products and validation of methods for their quantification.
1998- 2000 Collaborazione al progetto di ricerca “Ambiente e Allergia” del Ministero dell’Ambiente in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità (1998-2000).
E’ autore di numerose pubblicazioni e comunicazioni.
Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Gianluigi Rosi

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1986, con votazione 110/110;

Specializzato in Malattie del Ricambio ed Endocrinologia nel 1986-1989;

Diploma interuniversitario in Angiologia conseguito presso la Facoltà di Medicina di Grenoble (Francia) nel 1991;

Specializzazione in diagnostica vascolare Centro C. Franceschi , Parigi 1988-1990;

Dottore di Ricerca in Fisopatologia applicata Vascolare nel 1991;

Professore a contratto presso le scuole di specializzazioni dal 1990 al 2002 in Endocrinologia, Nefrologia e Flebologia;

Autore di numerosi articoli in tema di Angiologia (100 lavori);

Docente ed ideatore dei corsi di Angiologia, Scleroterapia, Scleromousse, Endosclerosi del Plesso emorroidario e diagnostica vascolare J. Lugol dal 2002 sino ad oggi con la partecipazione medici da tutta Italia e con il coinvolgimento di aziende farmaceutiche.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Elia Diaco

Laureato il 29 luglio 1998 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Catanzaro “Magna Græcia”, con votazione 100/110, discutendo una tesi a carattere sperimentale.
Iscritto all’Ordine dei Medici-Chirurghi della provincia di Catanzaro in data 17/05/1999 n. 6073.

Nel febbraio 2003 ha frequentato, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, il Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Tecnologie Mediche Applicate S.S. Ecografia svolgendo attività ed acquisendo le tecniche nell’ambito di: doppler, ecodoppler e color-doppler vascolare.

Svolge l’attività libero-professionale presso il reparto di chirurgia vascolare, dal maggio 2003 a tutt’oggi, presso una clinica accreditata dal Sistema Sanitario Nazionale (S. Anna Hospital – Catanzaro), occupandosi prevalentemente di doppler, ecodoppler e color-doppler vascolare.

Dal 2004 a tutt’oggi svolge, inoltre, l’attività libero-professionale presso il Centro Radiologico di Diagnostica ed Ecografia Medica “Familiari” di Crotone ed il Centro Polispecialistico “Villa Elisa” di Soverato occupandosi di doppler, ecodoppler e color-doppler vascolare.

Dal 2009 a tutt’oggi svolge, inoltre, l’attività libero-professionale presso il Centro Polispecialistico “Biocontrol” di Cosenza occupandosi di doppler, ecodoppler e color-doppler vascolare.

Master di II livello in Angiologia e Medicina Vascolare A.A. 2007/2008 dell’Università degli Studi di Bologna – Divisone di Angiologia e Malattie della Coagulazione “M Golinelli” S. Orsola Malpighi.

Ha frequentato numerosi Corsi Specialistici nei diversi settori della Chirurgia Vascolare, dell’Angiologia e della Flebologia.

E’ iscritto dal 2008 a tutt’oggi alla Società Italiana di Diagnostica Vascolare (SIDV-GIUV).

E’ autore di diverse pubblicazioni scientifiche.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Leo Moro

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Tor Vergata di Roma con voto 110/110 e lode, ha conseguito la specializzazione in Geriatria con voto 50/50 presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Ha svolto diversi corsi di Perfezionamento e Master in diagnostica vascolare ecografica, mappatura emodinamica venosa, Scleromousse, elastocompressione e tecniche endovascolari di trattamento della patologia venosa.

Presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma si è dedicato alla patologia vascolare periferica venosa ed arteriosa avendo la responsabilità dell’ambulatorio di diagnostica vascolare ecografica e l’ambulatorio della cura delle ulcere vascolari referenti all’area di appartenenza.

Dal 2005 ha introdotto presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico il trattamento della patologia venosa periferica con schiuma sclerosante.
Dal 2009 effettua presso lo stesso Policlinico il trattamento combinato delle tecniche di flebectomia ambulatoriale, schiuma sclerosante e correzione emodinamica venosa mediante minincisione.

Collabora con diversi gruppi di ricerca nazionali ed internazionale ed è revisore di prestigiose riviste di chirurgia e patologia vascolare, venosa e linfatica. Ha diverse pubblicazioni in campo angiologico e flebologico su riviste indicizzate.

 

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Fabio Mangiacapra

Laureato con lode e menzione d’onore in Medicina e Chirurgia presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma;

Specializzato con lode in Cardiologia presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma;

Dottore di Ricerca presso il dipartimento di Ingegneria Biomedica dell’Università della Tecnologia di Eindhoven (Paesi Bassi);

Fellow in Cardiologia Interventistica e Ricerca Clinica presso il Cardiovascular Center di Aalst (Belgio) dal 2008 al 2011;

Fellow della Società Europea di Cardiologia (ESC), Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Ricerche Cardiovascolari (SIRC), Socio Ordinario della Società Europea di Cardiologia Interventistica (EAPCI), della Società Italiana di Cardiologia (SIC), della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (GISE).

Pubblicazioni

Autore di oltre 50 articoli in lingua inglese su riviste internazionali con impact factor e di oltre 70 tra capitoli di libri, comunicazioni, articoli non indicizzati.

Revisore per le riviste: Journal of the American College of Cardiology, European Heart Journal, JACC Cardiovascular Interventions, American Journal of Cardiology, Catheterization and Cardiovascular Interventions, EuroIntervention, International Journal of Cardiovascular Imaging, Journal of Cardiovascular Medicine, Journal of Cardiovascular Translational Research, American Journal of Cardiovascular Drugs, Plos One.

Argomenti di divulgazione:
Fisiologia coronarica, terapia delle malattie coronariche, terapia antiaggregante piastrinica, ipertensione nefrovascolare, funzione endoteliale.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Luca Franchi

Fisioterapista  Laureato a Roma presso l’Università “La Sapienza” nel  2000 con tirocinio clinico a Roma presso Ospedali Villa Sandra, San Giovanni Battista dell’ordine dei Cavalieri di Malta. Dal 2000 al 2002 ho collaborato presso diversi studi  occupandomi di rieducazione post chirugica e post traumatica del ginocchio e della spalla. Dal 2002  mi sono occupato  di  Rieducazione Posturale Globale (Metodo Souchard )  nel settore privato e convenzionato  per il trattamento  della colonna  in pazienti con ernia del disco, spondilo listesi , spondilo artosi, patologie reumatiche come la spondilite anchilosante e l’artrite reumatoide, patologie respiratorie come fibrosi cistica e Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva, in età pediatrica mi sono occupato del trattamento delle scoliosi. Nel 2005 ho conseguito la  specializzazione in Facilitazioni Neurocinetiche Progressive oggi  Riequilibrio Modulare Progressivo, rielaborazione del Metodo Kabat del Professor Giuseppe Monari con il quale ho collaborato nel trattamento di patologie Neurologiche , paraparesi  e tetra paresi post traumatiche  presso lo studio Cosar a Roma. Ho continuato ad applicare il metodo a   patologie neurologiche come la Sclerosi Multipla, il Morbo di Parkinson , paralisi Cerebrali Infantili,  paralisi periferiche e centrali del Nervo Facciale ed Emiparesi da ictus cerebrale. Dal  novembre 2007 ho iniziato la formazione in Osteopatia  conclusa nel settembre 2013 presso la scuola  Centro Studi di Osteopatia Tradizionale in Roma  con la quale, dal novembre 2013 collaboro in qualità di assistente alla docenza. Dal maggio 2011 è iniziata la collaborazione  con il CMP  come Fisioterapista ed Osteopata  nel trattamento integrato   di patologie  come  Otiti ricorrenti, Vertigini, Rino- Sinusiti  ricorrenti, Disfonie e Disfagie  , Patologia da Reflusso Gastro-Esofageo , ed i disturbi posturali ed osteo-articolari. Dal 2011 presso il centro svolgo il servizio di Osteopatia in ambito pediatrico come terapia integrante  di patologie come Otiti e Rino-sinusiti ricorrenti, Scoliosi, Plagio Cefalia, Torcicollo miogeno, Bronchiti ricorrenti, Reflusso Gastro-Esofageo, e naturalmente  tutte le patologie  e infiammazioni osteoarticolari.

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Marco Caricato

Nato a Roma il 27 giugno 1961, coniugato, ha una figlia.

Dalla laurea al 1995 ha svolto la sua attività presso il Centro Trapianti d’organo dell’Università di Roma “La Sapienza” occupandosi di prelievo e trapianto di rene, fegato, pancreas e multiviscerale addominale.

Ricercatore e poi dal 2006 Professore Associato presso l’ Università Campus Bio-Medico di Roma. Dal 2002 al 2009 Aiuto presso l’Area di Chirurgia Generale, ha eseguito personalmente in qualità di primo operatore e di aiuto-tutore interventi di chirurgia maggiore addominale ed epato-biliare, con accesso laparoscopico e laparotomico, ed ha acquisito esperienza nella chirurgia endoscopica trans-anale con metodica TEM.

Dal settembre 2009, su delega del Direttore della Chirurgia Generale, ha diretto la Divisione di Urologia dello stesso Policlinico, svolgendo attività chirurgica sia in ambito urologico che di chirurgia digestiva.

Dal 1 febbraio 2011 è Responsabile della Struttura Semplice di Chirurgia Geriatrica. In tale ambito ha completato la sua esperienza nell’esecuzione di interventi di chirurgia digestiva, epato-biliare e renale, con accesso laparoscopico e laparotomico (oltre 300 casi l’anno in qualità di primo operatore o aiuto-tutore), e nella gestione pre e post-operatoria, nella didattica della chirurgia e nel mentoring chirurgico.

E’ socio della Società Italiana di Chirurgia e Fellow dell’American College of Surgeons.

Autore di oltre 160 lavori scientifici di tematica trapiantologica e di chirurgia oncologica, tutti pubblicati su riviste scientifiche di livello internazionale e con elevato indice di citazioni. H-index 12

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Maria Francisca Navajas

1985 Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Saragozza (Spagna)

1991 Diploma Nazionale di Ecografia Clinica della S.I.U.M.B.

1993 – 1994 Servizio di Guardia Medica, U.S.L. RM 34, Ospedale S. Giuseppe di Albano Laziale (Roma)

1994 – 1995 Medico a contratto, UOC di Medicina Interna, Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma

1999 Diploma di Specializzazione in Nefrologia e Dialisi, I Scuola di Nefrologia, Università della Sapienza, Roma

1999 – 2005 Assistente, UOC di Medicina Clinica, Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma

2005 – 2012 Dirigente I livello, UOC di Medicina Clinica, Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma

2013 Responsabile U.O.S. Nefrologia, Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, Roma

Attività didattica

Dal 2002 Professore a contratto per l’insegnamento di Semeiotica e di Medicina Interna nel Corso di Laurea per Infermiere e per lo svolgimento di lezioni didattiche integrative di Nefrologia nel Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia dell’Università Campus Biomedico di Roma.

Docente di Nefrologia per le Scuole di Specializzazione del Policlinico Universitario Campus Biomedico di Roma.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Anna Maria Navazio

Ha conseguito la laurea in medicina  e chirurgia  all’ Università di Roma nel 1977 dove si è specializzata in pediatria nel 1980.

Ha svolto tirocinio in chirurgia pediatrica , ha lavorato al Policlinico Umberto I  e all’Ospedale di Frascati sempre in pediatria.

Si occupa da sempre della salute psicofisica dei bambini, con particolare attenzione all’alimentazione.

Esegue tamponi per lo streptococco beta emolitico , potenziale portatore di malattie reumatiche cardiache e nefrologiche, esegue podoscopia per valutare la morfologia dell’assetto plantare, esegue vaccini, screening per l’ambliopia e  tests per valutare i riflessi, i movimenti spontanei e le capacita’ sensoriali e motorie del lattante.

Svolge attività di pediatra convenzionata con il SSN dal 1982.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Ilaria Simonelli

Titoli di studio universitari e post-universitari

  • Laurea in Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (2002)
  • Abilitazione alla professione medica (2003)
  • Diploma Nazionale S.I.U.M.B. di Ecografia Clinica (2005)
  • Specializzazione in Chirurgia Generale Università di Roma “La Sapienza” (2008)
  • Master in Ecografia Senologica della Scuola Italiana di Senologia (2008)
  • Assegno di ricerca Università Campus Biomedico di Roma (2009-2011)
  • Dottorato di ricerca in Tecnologie Avanzate in Chirurgia Università di Roma “Sapienza” (2011)
  • Master universitario di II livello in Imprenditorialità in Sanità Università Campus Bio-Medico di Roma

 Attività professionale

Dal 2003 al 2011 ha collaborato con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) sezione Provinciale di Roma come Senologa ed Ecografista della mammella.

Da marzo a giugno 2005 ha lavorato come Volontario per l’UNDP tenendo un corso teorico e pratico di Ecografia Clinica per due medici ed un’ostetrica dell’Ospedale Rurale di Hadibu – Socotra (Rep of Yemen).

Nel 2006 ha lavorato come ecografista per il Centro Diagnostica Lido di Ostia.

Dal gennaio 2009 lavora nel reparto di Senologia diretto dal Prof. V.Altomare, occupandosi di diagnostica senologica di primo e secondo livello e di Chirurgia senologica.

Da maggio 2010 a giugno 2011 è stata Direttore Sanitario degli ambulatori della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) sezione Provinciale di Roma.

Da giugno 2011 lavora come Ecografista e Senologa presso gli ambulatori del gruppo USI.

Da aprile 2012 collabora con il Centro Medico Parioli come Ecografista della mammella.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Radiologia odontoiatrica

La radiologia nell’odontoiatria moderna, costituisce un supporto estremamente importante, sia per aiutare il clinico per la diagnosi di lesioni clinicamente non manifeste che per la programmazione e il controllo dei trattamenti in atto.

La sua importanza è andata continuamente aumentando nel corso degli anni a causa della presenza sul mercato di apparecchiature computerizzate e con tecnologie all’avanguardia in grado di dare referti radiografici digitali di altissima qualità.
Come è noto, le indagini radiologiche vanno effettuate quando è strettamente necessario ed devono essere giustificate ed eseguite correttamente. Non bisogna mai dimenticare che le radiazioni ionizzanti sono sempre accompagnate da un rischio biologico. L’esposizione del paziente ai raggi X deve essere quindi ridotta al minimo.

È quindi necessario pertanto:

  • effettuare solo gli esami indispensabili per il paziente;
  • essere in possesso di apparecchiature moderne od inviare il paziente a strutture che posseggono attrezzature di ultima generazione in modo da fornire il maggior numero di informazioni con la minor dose di irradiazione.
  • fornire al radiologo quesiti precisi da consentirgli di condurre l’esame nel modo più mirato possibile.
Pubblicato in Servizi

Monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa (MAPA)

Il monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa delle 24 ore (MAPA) detto anche Holter Pressorio è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore.

E’  un piccolo apparecchio delle dimensioni poco più grandi di un Cellulare (Registratore) che si porta legato ad una cintura in vita a cui si collega con un filo un bracciale che viene avvolto attorno al braccio del soggetto. Il Registratore memorizza tutte le misurazioni della Pressione Arteriosa che generalmente si effettuano ogni 15 minuti di giorno ed ogni 30 minuti di notte.

Il registratore viene montato da personale specializzato nella sede del Centro ed smontato dopo 24 ore per la decodificazione e valutazione dei risultati. Le indicazioni più frequenti sono:
 
-diagnosticare se vi è ipertensione arteriosa più volte nella giornata e di che grado si tratta.
-verificare se la terapia che si sta assumendo sia congrua e se il paziente sia in fase di compenso con il trattamento farmacologico
-svelare quella classe di pazienti affetti da “Ipertensione da camice bianco” (Si tratta di quelle persone facilmente emozionabili, che di fronte al “camice bianco” del medico hanno sbalzi pressori, ma che a casa hanno una pressione normale)
-nei pazienti che hanno una ipertensione arteriosa instabile (in cui cioè i valori della pressione arteriosa variano molto da un momento all’altro)
-controllare quei soggetti che, pur avendo la pressione arteriosa normale, durante il giorno accusano sintomi che possano far pensare ad improvvisi aumenti o diminuzioni della pressione (vertigini, sbandamenti, vampate, sudore freddo, senso di svenimento, “testa vuota”, sanguinamento dal naso ecc.)
Pubblicato in Servizi

Holter ECG

In onore al suo inventore, il Dott. Norman J. Holter- l’Holter è uno strumento portatile in grado di registrare l’attività elettrica del cuore per 24 o più ore. La registrazione di un lungo periodo permette di evidenziare occasionali aritmie, non identificabili durante il breve tempo di un elettrocardiogramma standard. Come l’elettrocardiogramma classico, l’Holter-ECG registra i segnali da elettrodi posizionati sul torace. Gli elettrodi sono connessi a una piccola apparecchiatura legata alla cintura che riceve e registra i segnali.
Il Centro Medico Parioli conta con registratori digitali di 12 derivazioni di ultima generazione.

Pubblicato in Servizi

Elettrocardiografia di base e da sforzo

Consiste nella registrazione dell’elettrocardiogramma a riposo (di base) o  durante l’esecuzione d’uno sforzo fisico (da sforzo), per esaminare la risposta dell’apparato cardiovascolare all’attività fisica ed eventuali alterazioni dell’elettrocardiogramma. Nei pazienti con fattori di rischio cardiovascolare, il test ergometrico è in grado di evidenziare sofferenza cardiaca di tipo ischemico che altrimenti potrebbe passare misconosciuta. La prova ha una durata complessiva di circa 30 minuti e viene effettuata in un ambiente attrezzato a fronteggiare eventuali complicanze, e può essere interrotta dal medico qualora fosse necessario. Di grande utilità  nella medicina dello sport.

Pubblicato in Servizi

Ecografia polispecialistica

Presso il Centro Medico Parioli è possibile eseguire diverse prestazioni ecografiche:

Ecografia addominale completa

Ecografia addominale completa

L’ecografia addominale è un’indagine che consente al medico di esplorare gli organi addominali. Utilizza gli ultrasuoni, emessi da una sonda appoggiata sulla cute che capta anche la loro riflessione. I segnali che giungono alla sonda vengono elaborati dalla macchina e trasformati in immagini. Con l’aggiunta del Doppler è possibile avere informazioni sulla circolazione all’interno dei vasi e sulla vascolarizzazione di eventuali masse. Attraverso l’ecografia addominale si possono diagnosticare patologie di varia natura a carico di tutti gli organi addominali: fegato, colecisti, pancreas, reni, vescica, prostata, intestino. L’esame viene effettuato con paziente a digiuno da almeno sei ore. Gli ultrasuoni non sono pericolosi. L’esame ha una durata generalmente di pochi minuti e non è assolutamente doloroso né arreca alcun fastidio.
Ecografia testicolare

Ecografia testicolare

L’ecografia testicolare permette di valutare, con l’uso degli ultrasuoni, le dimensioni, morfologia e struttura del testicolo, dell’epididimo e degli spazi peri-testicolari. La tecnica color-doppler nell’ecografia testicolare viene usata per individuare e caratterizzare il varicocele. E’ una tecnica semplice da eseguire, ma necessita di un operatore altamente qualificato.
Ecografia della tiroide

Ecografia della tiroide

Tale ecografia si serve degli ultrasuoni emessi da un trasduttore che il medico appoggia sul collo del paziente, aiutando la trasmissione e ricezione delle onde un gel acquoso. L’ecografia della tiroide permette misurare le dimensioni esatte della ghiandola, calcolarne il volume e valutare la risposta di una tiroide ingrandita al trattamento. Inoltre si può verificare la presenza di un nodulo, misurarlo nelle tre dimensioni, esaminarne le caratteristiche (solido, liquido, misto), i margini, i rapporti con le altre strutture, oltre che valutare le risposta alla terapia di un singolo nodulo.
Ecografia prostatica transrettale

Ecografia prostatica transrettale

Grazie ad una sonda appositamente conformata, che viene introdotta nel retto in stretta contiguità con la prostata, è possibile un’ottimale visualizzazione della ghiandola nelle sue due componenti fondamentali: la porzione interna, dove si sviluppa l’ipertrofia prostatica benigna e la porzione esterna, dove usualmente originano i tumori.
Pubblicato in Servizi

Eco-color-doppler cardiaco e vascolare

Eco-color-doppler cardiaco

Un esame ecocardiografico permette al cardiologo di studiare l’anatomia, ma anche la funzione di tutte le parti del cuore, cioè muscolo, camere cardiache, valvole, pareti; esso viene sempre abbinato ad uno studio doppler che permette di studiare il flusso del sangue all’interno del cuore.

Eco-color-doppler vascolare

L’ecodoppler vascolare è una metodica diagnostica non invasiva che utilizza gli ultrasuoni per esplorare l’anatomia e la funzione del sistema arterioso e venoso dell’intero corpo umano. Gli ultrasuoni vengono emessi da un trasduttore che viene applicato dal medico sulla zona da esplorare: arti superiori e inferiori, addome, arterie e vene del collo, ecc. Ha multipli applicazioni.

Ad esempio, é una metodica altamente affidabile nella diagnosi delle trombosi venose profonde, determinando la sede e l’entità o nella diagnosi e follow-up dell’aterosclerosi delle arterie carotidee, aorta addominale, renali, iliaco-femorali, poplitee, valutandone l’entità della stenosi,e la stabilità delle placche di ateroma. Nelle sindromi varicose permette lo studio emodinamico e morfologico del circolo venoso superficiale, delle giunzioni safeniche, delle vene perforanti e del circolo venoso profondo.

Pubblicato in Servizi

Audiometria

È l’esame di elezione per verificare la funzionalità dell’orecchio e la capacità di avvertire i suoni. L’esame audiometrico viene eseguito per accertare precocemente una eventuale sordità, ma può essere effettuato anche in tutti gli altri casi di problemi d’udito. L’udito viene accertato facendo indossare al paziente delle cuffie collegate ad un audiometro. Vengono trasmessi nelle cuffie alcuni suoni di intensità diversa, solitamente ad un orecchio per volta, ed il paziente deve alzare una mano o spingere un bottone quando sente il suono. L’esame può durare tra i 5 ed i 10 minuti, senza alcun rischio per chi vi si sottopone.

Pubblicato in Servizi

Urologia

L’urologia e l’andrologia sono una specializzazione medico-chirurgica che si occupa di studio, diagnosi e trattamento delle malattie che interessano l’apparato urinario – reni, ureteri, vescica e uretra – dell’uomo e della donna e dell’apparato genitale dell’uomo, dall’infanzia e l’adolescenza fino all’anzianità.

L’urologia nasce nella seconda metà del XIX secolo quale una sottospecializzazione della chirurgia generale, con l’arrivo dei primi cistoscopi (A.J. Desormeux, 1853) e il trattamento specializzato della patologia litiasica (i cosidetti “calcoli” renali).

Col passare del tempo e il grande sviluppo della medicina nella seconda metà del XX secolo, la stessa urologia ha fatto nascere diverse subspecializzazioni quali l’andrologia, l’urologia oncologica, l’uroginecologia, l’urodinàmica, la neurourologia, l’urologia pediatrica o infantile e l’urologia geriàtrica. La diagnosi precoce e la terapia della patologia tumorale prostatica, è forse uno dei grandi successi di questa specialità, nelle ultime decine d’anni.

 

Pubblicato in Specialità

Tossicologia

La tossicologia è la branca della medicina, il cui interesse si estende anche alla chimica, che studia sintomi, meccanismi e trattamenti degli avvelenamenti di persone e animali ad opera di droghe, veleni o farmaci. Il principale dei tossici che interessano la salute umana, per la sua diffusione e les sua ripercussione sullo stato di salute della maggior parte di paesi del mondo, è il fumo di sigaretta. Il fumo di sigaretta è considerato causa di gravi danni alla salute e fattore favorente l’insorgere di patologie a carico del sistema respiratorio, sistema cardiovascolare e lo sviluppo di malattie di natura tumorale.

Lo United States Centers for Disease Control and Prevention dichiara che il fumo è la prima causa di rischio per la salute tra i paesi sviluppati e che il tabagismo è una delle più importanti cause di morte prematura nel mondo. Fumare può anche creare problemi se si è incinte, il feto infatti può nascere prematuro. Ma il rischio maggiore è che causi malattie al sistema cardiovascolare, specialmente un infarto del miocardio o cancro al polmone, laringe o lingua. Una delle branche della tossicologia, prende come sfida quella di far smettere di fumare: lo specialista fornisce alla persona affetta da tabagismo, gli strumenti che permettano di sradicare dall’organismo l’addizione fisica e psichica alla nicotina.

Pubblicato in Specialità

Senologia

Il tumore della mammella è il tipo di cancro più diffuso tra la popolazione femminile (dopo i tumori della pelle). Ogni anno circa 30.000 donne scoprono di avere un cancro al seno. La ricerca oncologica ha compiuto enormi progressi nella lotta contro il tumore della mammella, garantendo una più lunga sopravvivenza e una migliore qualità di vita alle pazienti. Inoltre, le conoscenze su questo tipo di tumore sono sempre più approfondite.

La senologia è la specializzazione medica nata per far fronte alla sfida che rappresentano la diagnosi precoce del tumore del seno e la coordinazione pluridisciplinare –ginecologi, radiologi, oncologi, chirurgi- nell’approccio diagnostico-terapeutico delle lesioni del seno.

 

Pubblicato in Specialità

Psicoterapia

La Psicoterapia è un processo intra e interpersonale, consapevole e pianificato, che si svolge con la guida del terapeuta che gestisce l’intervento ed è finalizzato al cambiamento, ovvero a modificare e curare disturbi del comportamento, situazioni di sofferenza o aspetti della personalità, avvalendosi di mezzi e di tecniche che differiscono a seconda del diverso orientamento teorico a cui si rifanno. Il campo delle possibili terapie della mente è attualmente uno dei panorami più vasti che si possano osservare. Esistono numerosissime tipologie di psicoterapie e decine e decine di scuole di specializzazione a cui afferiscono psicologi e psichiatri per completare il loro percorso di formazione come terapeuti.
Per potersi orientare, in un campo così intricato, potrebbe essere utile una sommaria distinzione tra Psicoterapie ordinarie e non ordinarie.
Alle prime appartengono tutti quegli approcci la cui caratteristica comune è quella di ritenere che il problema presentato dal paziente sia la conseguenza di fattori che hanno riguardato la sua storia o l’effetto di apprendimenti precedenti inappropriati. Pertanto la cura è vista come un processo di ricostruzione del passato allo scopo di reinterpretarne cause o modificarne apprendimenti che non hanno funzionato. Le terapie non ordinarie, invece, comprendono quegli approcci terapeutici che si differenziano dai precedenti per il fatto di rivolgersi al “presente” del problema, al suo funzionamento nell’hic et nunc, alle tentate soluzioni che le persone adottano per tentare di risolverlo e che invece lo hanno alimentato. In questo caso il terapeuta deve agire in modo “strategico” per modificare i sistemi percettivi/reattivi che hanno costituito la base di partenza della formazione del problema.

Pubblicato in Specialità

Psichiatria

La psichiatria è la branca specialistica della medicina che si occupa dello studio sperimentale, della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi mentali dal punto di vista teorico e pratico. Essa è definibile come una “disciplina di sintesi”, in quanto il mantenimento e il perseguimento della salute mentale, che è lo scopo fondamentale della psichiatria, viene ottenuto prendendo in considerazione diversi ambiti: medico-farmacologici, neurologici, psicologici, sociologici, giuridici, politici.

In particolare, rispetto alla psicologia clinica, pur essendo entrambe in stretta relazione con il paziente o malato dal punto di vista della sintomatologia, la psichiatria è sovente maggiormente orientata verso l’identificazione del disturbo mentale o psicologico come derivante da un funzionamento anomalo a livello fisiologico del sistema nervoso centrale seguendo una prassi od ottica strettamente scientifico-materialista, oltre alla possibilità di intervento di tipo farmacologico.

Pubblicato in Specialità

Otorinolaringoiatria

In medicina, l’otorinolaringoiatria è la disciplina specialistica che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie dell’orecchio, del naso, della gola e delle altre strutture correlate della testa e del collo, tra cui anche il trattamento alle tonsille. Nonostante queste parti appaiano poco correlate, è comune che siano affette congiuntamente da un’infezione o che siano interessate dallo stesso trauma, per questo motivo sono trattate da uno specialista unico.

Pubblicato in Specialità

Ortopedia

L’ortopedia è la disciplina clinico-chirurgica relativa al trattamento delle affezioni dell’apparato locomotore. Essa include la traumatologia che ha come oggetto principale il trattamento di lesioni dovute a traumi. L’attuale ambito d’azione dell’ortopedia comprende la prevenzione e cura delle malformazioni congenite e acquisite dell’apparato locomotore, la diagnostica e la terapia di una lunga serie di malattie che hanno localizzazione negli organi di sostegno e movimento, cioè colonna vertebrale e arti, e la traumatologia, che negli ultimi decenni, in conseguenza dell’aumentato ritmo di vita, è divenuta parte integrante dell’ortopedia ed è cresciuta enormemente.

Con lo sviluppo della scienza dell’ortopedia, sono nate diverse superspecializzazioni dotate di autonomia operativa, come la chirurgia della mano, del rachide ecc. La traumatologia è una branca dell’ortopedia, che si occupa di applicare le opportune terapie (normalmente, terapie d’urgenza) nei confronti di persone colpite da trauma acuto, in genere per incidenti stradali, domestici o sul lavoro, oppure per ferite di arma di taglio o da fuoco.

La terapia ortopedica si avvale sempre più di una raffinata scelta di materiali e della sempre maggior conoscenza nell’ambito della tecnologia degli stessi. Ciò ha consentito una migliore tenuta delle osteosintesi metalliche e una sempre più perfetta funzionalità delle protesi articolari. Tali protesi si avvalgono di materiali utilizzati dall’industria aerospaziale (come ceramiche, plastiche ecc.) che hanno inedite caratteristiche meccaniche e presentano maggiore tollerabilità locale.

Pubblicato in Specialità

Oftalmologia

L’oftalmologia (o oculistica, oftalmoiatria) è la branca della medicina che si occupa di prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie dell’occhio, della misurazione della vista e della correzione dei vizi refrattivi.

Negli ultimi anni sono stati aggiunti processi sempre più nuovi nella diagnosi e nella terapia che hanno migliorato la comprensione delle malattie oculari, come anche il trattamento individuale. Specialmente l’esame della retina, che rappresenta l’elemento sensoriale attivo dell’organo visivo umano, ma che è ben nascosto nel cranio, ha fatto passi notevoli. (p.e. tomografia ottica di coerenza).

Pubblicato in Specialità

Odontoiatria

L’odontoiatria è quella branca della medicina che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia medica e chirurgica delle patologie che colpiscono i denti, le gengive, i mascellari, le due articolazioni temporo-mandibolari (ATM), le ghiandole salivari, i tessuti neuro-muscolari e le mucose orali. Ci sono diverse subspecialità all’interno della scienza odontoiatrica.

L’odontoiatria conservativa si occupa di trattare le lesioni a carico dello smalto e della dentina dei denti (dovuta a carie o a traumi) con la finalità di restaurare la normale funzione ed estetica di quest’ultimi. L’endodonzia si occupa delle lesioni dei denti a livello pulpare dove risiedono le terminazioni nervose, agendo sullo svuotamento dei “canali” dei denti, sulla disinfezione e sagomatura dei canali e sul loro successivo riempimento con materiali appositi.

L’ortodonzia è quella branca rivolta alla correzione di malposizioni dei denti, causate a volte da insufficiente o eccessivo sviluppo di uno o di entrambi i mascellari. Spesso viene richiesta per motivi estetici, ma il suo scopo è fondamentalmente quello di ristabilire una corretta funzione masticatoria della bocca. La branca protesica si occupa di ripristinare o sostituire elementi dentali mancanti con manufatti protesici. L’implantologia si occupa della sostituzione di elementi dentali compromessi o già mancanti, con impianti in titanio attraverso un intervento chirurgico.

Pubblicato in Specialità

Ginecologia e ostetricia

La ginecologia è una branca della medicina che si occupa della fisiologia e della patologia inerenti l’apparato genitale femminile. Si avvale della figura professionale del medico specializzato in ginecologia e ostetricia, che si occupa della donna in tutte le fasce d’età, dalla pubertà, nel periodo fertile, in menopausa e nella post-menopausa.

I ginecologi sono specialisti nella diagnosi e il trattamento dei sintomi associati a malattie quali i tumori e le lesioni pre-tumorali degli organi riproduttivi, l’incontinenza urinaria, le alterazioni del ciclo mestruale, i prolassi degli organi della pelvi, ecc. Inoltre sono i medici di riferimento per i problemi di infertilità, quando questa ha il suo origine nella disfunzione dell’apparato riproduttivo della donna.

Pubblicato in Specialità

Gastroenterologia

La gastroenterologia (dal greco gaster = stomaco, enteron = intestino e logos = discorso) è la branca medica che studia le funzioni e le patologie degli organi addominali deputati ai processi digestivi, e che attraverso l’endoscopia si occupa della diagnosi e del trattamento di alcune di queste patologie.

Fanno parte dell’apparato digerente: esofago, stomaco, intestino tenue, colon, retto, fegato e vie biliari e pancreas.

Pubblicato in Specialità

Endocrinologia

Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche o lipidiche chiamate ormoni. Ogni ormone raggiunge attraverso il sangue tutti i punti dell’organismo, ma ha poi azione solo sulle cellule dotate di opportuni recettori. Ad esempio l’ormone insulina rilasciato dalle ghiandole endocrine del pancreas agisce su recettori cellulari che determinano l’apertura di canali appositi per l’assorbimento del glucosio, fondamentale nutriente da cui le cellule ricavano energia, determinando un abbassamento della glicemia. Fanno parte del sistema endocrino l’ipofisi, la tiroide, le paratiroidi, le ghiandole surrenali, il pancreas, l’epifisi. Hanno inoltre funzione endocrina anche altri organi: le ovaie e i testicoli, il miocardio, il rene, il timo, la placenta, il fegato, la pelle.

L’assenza di ormoni determina importanti patologie, ad esempio il diabete dovuto all’assenza di insulina oppure l’ipotiroidismo per assenza degli ormoni tiroidei (T3 e T4). L’ eccesso di alcuni ormoni è pure patologico: esempi comuni ne sono l’ipertiroidismo, o anche l’iperparatiroidismo per eccesso di paratormone, ormone prodotto dalle paratiroidi. Il trattamento delle patologie ormonali è a carico dell’endocrinologo ma non solo, anche altre figure mediche possono esserne interessate, come il gastroenterologo e l’oncologo (in caso di tumori endocrini).

 

Pubblicato in Specialità

Dermatologia e Venereologia

La dermatologia e la parte della medicina che studia la fisiologia e le alterazioni dell’organo più grande dell’essere umano, e cioè, la cute con i suoi annessi. Le funzioni del tessuto cutaneo sono molteplici: dalla barriera davanti gli agenti infettivi batterici, virali o fungini, alla protezione degli organi interni dalle variazioni di temperatura o dai traumi fisici, la pelle è in continua attività per mantenere ottimale l’omeostasi dell’intero organismo.

La dermatologia ha curato dai suoi inizi due tipi di patologie cutanee: quelle locali, manifestate come lesioni circoscritte infiammatorie, irritative o tumorali, localizzate in una determinata zona del corpo; e quelle diffuse, che spesso non sono altro che la punta dell’iceberg di una patologia generale o sistemica, che va diagnosticata e curata.

Pubblicato in Specialità

Angiologia e Flebologia

L’angiologia è la branca della medicina che studia l’anatomia e le patologie che colpiscono i vasi sanguigni e quelli linfatici. Tra le patologie che colpiscono i vasi arteriosi ci sono l’aneurisma, l’aterosclerosi e la dissecazione dell’aorta, la trombosi e l’embolia.
Tra quelle che colpiscono i vasi venosi ci sono le vene varicose, l’insufficienza venosa cronica e la trombosi venosa.
I vasi linfatici sono invece interessati principalmente da casi di linfedema primario o secondario.

 

Pubblicato in Specialità

Cardiologia

La cardiologia è una branca della medicina che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura (farmacologica e/o invasiva) delle malattie cardiovascolari acquisite o congenite; queste ultime, in genere, sono trattate dalla cardiochirurgia.

La cardiologia è una disciplina che negli anni più recenti si è molto evoluta e al suo interno si sono sviluppate specialità come l’emodinamica e l’elettrofisiologia. Oltre che della cura di malattie cardiovascolari, angina pectoris, infarto miocardico, aritmie e scompenso, il cardiologo si occupa della prevenzione cardiovascolare e della riabilitazione del paziente sottoposto ad intervento cardiochirurgico.

Le malattie cardiovascolari sono ancora la prima causa di morte al mondo (40 % del totale) anche se il trend appare in lieve ma costante riduzione. La malattia cardiaca più diffusa è la cardiopatia ischemica nelle sue forme cliniche principali: angina pectoris e infarto miocardico.

Pubblicato in Specialità

Allergologia

L’Allergia è una malattia del sistema immunitario caratterizzata da reazioni eccessive portate da particolari anticorpi (reagine o IgE) nei confronti di sostanze abitualmente innocue come ad esempio pollini. L’allergia è una malattia ereditaria. Non si eredita però la specifica sostanza, bensì la predisposizione.

Alcuni fattori che favoriscono il manifestarsi della allergia sono  l’inquinamento atmosferico, le infezioni virali nella prima infanzia, l’uso ripetuto di antibiotici nella prima infanzia, l’allattamento artificiale, ecc.

I sintomi dell’allergia vanno dalla semplice “rinite allergica” fino a quadri più severi di allergie cutanee estese o di vere e proprie reazioni anafilattiche.

Il test principale per la diagnosi di allergia è il test cutaneo “prick-test”. Il PRIST è una delle metodiche diagnostiche che permette la rilevazione nel sangue degli anticorpi responsabili delle reazioni allergiche (“reagine” o “IgE”). Un livello elevato di IgE nel sangue orienta verso allergia ma può essere trovato anche in soggetti che non sono allergici.

Con una dettagliata anamnesi e dei test specifici, normalmente si giunge alla diagnosi di malattia allergica estrinseca e si può procedere a un piano terapeutico che eradichi la causa quando possibile (identificando ed eliminando l’allergene), o impostando un trattamento sintomatico ottimale.

Pubblicato in Specialità

Vincenzo Sessa

Laurea in Medicina e Chirurgia con lode a Roma presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore nel 1978.

Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia nel 1981, in Terapia Fisica e della Riabilitazione nel 1983, in Medicina dello Sport nel 1986.

Clinical Fellow presso il Toronto East General Hospital, Toronto, Canada (1987).

Professore a contratto presso la scuola di specializzazione in Ortopedia Campus Bio Medico di Roma

Professore a contratto presso la scuola di specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell’Università degli Studi di Messina

Autore di oltre 80 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali.

Docente Master di Patologia degenerativa del ginocchio, Roma.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Giovanna Scittarelli

Laureata in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l’Università “La Sapienza” di Roma, con lode;

Specializzata in Psicoterapia Breve Strategica presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo, associato all’MRI di Palo Alto, California;

Iscritta all’Albo degli Psicologi e degli Psicoterapeuti del Lazio;

Formata come Tangoterapeuta presso l’Ospedale Sant’Andrea di Roma nell’ambito del programma di medicina integrativa, rivolto a pazienti neurologici;

Perfezionata in Orientamento Scolastico presso il Pontificio Ateneo Salesiano;

Abilitata all’insegnamento di Filosofia, Psicologia e Scienze dell’Educazione nella scuola superiore;

Coautrice del volume “Psicologia del rapporto educativo”, Giunti Editore (1998);

Ha svolto attività pluriennale di Psicologia Clinica presso il Centro di Salute Mentale e la Comunità Terapeutica della ASL Roma E;

Ha collaborato nelle attività di ricerca promosse dal Dipartimento dei Processi di Sviluppo e Socializzazione dell’Università “La Sapienza”;

Cura la supervisione di neo-laureati in Psicologia.

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Marco Quintiliani

Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso L’Università degli studi di Roma “La Sapienza” il 29 ottobre 1982 con 110 e lode. Tesi sperimentale in Clinica Medica: Metodologia omeopatica applicata in venti casi di Dismenorrea Essenziale.

Specializzazione in Psichiatria presso l’Università degli Studi di Napoli Seconda Facoltà conseguita il 10 giugno 1987 con il massimo dei voti, 50/50. Tesi in Psichiatria dell’Età evolutiva: Esperienze Cliniche sulle problematiche psicopatologiche infantili, riguardo alla Disgregazione Familiare ed al Divorzio.

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Santino Gaudio

Laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Messina e specializzato con lode in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma.

La sua attività clinica si è principalmente focalizzata sulla diagnosi e la cura dei Disturbi dell’Alimentazione, dei Disturbi d’Ansia, dei Disturbi dell’Umore e, in generale, di tutta la psicopatologia dell’adolescenza e della prima età adulta. E’ stato consulente per la ricerca presso il Servizio di Neuropsichiatria dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e successivamente Dirigente Medico di I livello presso il Servizio di Psichiatria e Psicoterapia dell’Adolescente dello stesso Ospedale. In ambito universitario è stato Cultore della Materia per gli insegnamenti di Psicopatologia Generale e Psicologia Dinamica presso La Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma e successivamente Professore a contratto di Psicopatologia Generale presso L’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”.

La sua attività di ricerca si è concentrata sull’Anoressia Nervosa e sui Disturbi di Personalità, con particolare riguardo al riconoscimento dei fattori eziologici e prognostici precoci di tali quadri. Autore di diversi articoli scientifici, pubblicati sulle maggiori riviste internazionale, con i suoi lavori è stato relatore nei maggiori congressi internazionali di area psichiatrica.

E’ membro della European Psychiatric Association, della International Society of Neuroimaging in Psychiatry e della Società Italiana per lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Valentina Mazza

Nata a Molfetta (Ba), consegue la Laurea in Odontoiatria con lode  presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma nel 2000 e successivamente la Specializzazione con lode presso la stessa Università con una tesi sulla “Valutazione della crescita cranio-facciale in un campione di pazienti con problematiche puberali”. Ha conseguito con successo  il Master biennale  (2003-2004) in Ortodonzia presso l’Ospedale Nuovo Regina Margherita di Roma; nel 2005 ha effettuato uno stage di Ortodonzia presso la Tweed- Merrifield Foundation di Tucson (Arizona, USA). Ha conseguito la certificazione Invisalign ed Incognito frequentando i corsi su tali metodiche.

E’ socia attiva della SIDO (Società Italiana di Ortognatodonzia) ed ha collaborato con tale Società in occasione di Congressi nazionali.

Collabora dal 2004 col Centro Medico Parioli facendo parte del team di colleghi che coprono le varie discipline odontoiatriche con competenza specifica per l’Odontoiatria Conservativa, ovvero quella branca che tratta le lesioni a carico dello smalto e della dentina, dovute a carie o traumi, con la finalità di restaurare la normale funzione ed estetica di questi, per l’Odontoiatria Pediatrica e per L’Ortodonzia.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Agostino La Bella

Laureato in medicina e chirurgia nel 1976 presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ha conseguito la specializzazione in malattie dell’apparato digerente nel 1981 presso la medesima Università.

E’ stato “Attaché  Etranger de Recherche”  presso l’Università di Marsiglia, in Francia (1976-1978) , Medico Interno di Clinica Medica II-Università di Roma I (1979 – 1989) e Consulente Specialista presso il Distaccamento della Marina Militare Italiana “Marinferm” di Roma (1983 – 1997).

Dal 1981 al 1997 è stato Direttore Responsabile del Servizio di Ecografia della C.d.C. “Villa Mafalda” di Roma e dal 1997 a oggi è responsabile del Servizio di Ecografia ed Ecocolordoppler del Centro Medico Parioli di Roma, dove svolge anche attività di Gastroenterologia clinica e di Dietetica e Nutrizione clinica.

Dal 1977  a oggi ha pubblicato numerosi lavori di argomento gastroenterologico ed ecografico su riviste italiane e internazionali ed e’ stato docente a corsi di specializzazione e perfezionamento presso l’Università di Verona, l’Università di Sassari  e l’Università di Roma “La Sapienza” . E’ stato, inoltre,  “section editor”  ( imaging in gastroenterology) della rivista ufficiale della soc. Italiana di gastroenterologia “The ital. J. Of gastroenterology”, dal 1983 al 1997.

E’ iscritto all’albo nazionale degli ecografisti, con il n°. 236

E’ iscritto alla Associazione Italiana Gastroenterologi ospedalieri (AIGO) , alla Società Italiana di Ultrasuoni in Medicina e Biologia (SIUMB) e alla associazione nazionale specialisti in Scienza dell’alimentazione (ANSISA).

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti

Cristiano Giusti

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (1991);

Specializzazione in Oftalmologia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (1996);

Corso di perfezionamento in “Applicazioni Laser in Oftalmologia” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (1997);

Autore di oltre 40 pubblicazioni scientifiche in in riviste nazionali ed internazionali; Referee di numerose riviste scientifiche;

Membro dell’Editorial Board della rivista European Review for Medical and Pharmacological Sciences.

Responsabile Centro Retina dell’Università “Campus Bio-Medico” di Roma.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

GianLuigi Fiorillo

Laurea in Odontoiatria con lode nel 1992 presso l’Università La Sapienza di Roma; Specializzazione in Ortognatodonzia con lode presso l’Università di Ferrara nel 2000. Perfezionamento in Ortodonzia Tecnica dell’arco segmentato a Napoli Federico II nel 1996 e in Odontoiatria Pediatrica a Roma La Sapienza nel 1995.

Dal 2003 Professore a Contratto di tecnica Straight Wire presso la Scuola di Specializzazione dell’Università G. D’Annunzio di Chieti diretta dal Prof. F. Festa. Coordina presso questa Università il Corso di Perfezionamento in Tecnica MBT.

E’ Socio Attivo SIDO, Revisore dei Conti negli anni 2006/2007 e Presidente della Commissione Model Display negli anni 2008/2009 e 2013. E’ socio WFO, socio fondatore di SIAD (Società Italiana Arco Diritto) e SOIeM (Società Ortodonzia Intercettiva e Miofunzionale)

Ha fondato nel 1998 e coordina tuttora l’MBTeam Roma; coordina altresì l’MBTeam Abruzzo. Collabora in qualità di Speaker con 3M Unitek da diversi anni.

Membro dell’Editorial Board di EJCO (European Journal of Clinical Orthodontics).

Autore di pubblicazioni su JCO (Journal of Clinical Orthodontics) e altre riviste italiane e internazionali. E’ stato relatore presso le Università di Napoli Federico II, Milano, Ferrara, L’Aquila, Messina e per SIDO, Accademia Italiana di Ortodonzia, Collegio dei Docenti, ANDI, SIAD, SIDOP, SIDA, SICORT, SOIEM, CRON OM.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Germano Di Sciascio

Germano Di Sciascio è Professore Ordinario di Cardiologia, Direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiologia e Responsabile della Unità Operativa Complessa di Cardiologia presso l’Università e Policlinico Campus Biomedico di Roma.

Si è Laureato in Medicina e Chirurgia con 110 e lode all’ Università di Padova e Specializzato  in Cardiologia presso la stessa Università, nella Scuola del Prof. Sergio Dalla Volta.

Dopo la Specializzazione, ha vinto una Borsa di studio per approfondire gli studi negli Stati Uniti, ed ha vinto il Concorso per l’ingresso nelle Scuole di Specializzazione in Medicina Interna e Cardiologia in USA, rispettivamente.

Ha quindi conseguito le Specializzazioni  dell’ American Board in Medicina Interna al New York Medical College, e quella dell’American Board in Cardiovascular Disease presso il Texas Heart Institute di Houston, uno dei primi italiani ad avere la doppia specializzazione (Double Boarded) in Medicina Interna e Cardiologia in USA.

Il Texas Heart Institute di Houston, diretto dal prof. Denton Cooley, è sempre stato identificato come un centro di riferimento a livello mondiale per la Cardiologia e Cardiochirurgia, ed in esso sono stati trattati anche molti pazienti italiani, pazienti che il prof. Di Sciascio ancora cura in Italia, dopo essere stati operati ad Houston. Al THI il Prof. Di Sciascio ha approfondito eminentemente le tecniche di cardiologia invasiva come coronarografia, angioplastica coronarica e successivamente stent. Dopo Houston il Prof Di Sciascio ha conseguito anche la specializzazione in  Pediatric Cardiology all’University of Alabama, in Birmingham, USA, dove ha ulteriormente perfezionato le tecniche invasive ed interventistiche nelle cardiopatie  congenite, che lo rendono un esperto sia nel paziente congenito adulto che pediatrico.

Agli inizi degli anni ’80, con il trasferimento negli USA del creatore dell’ angioplastica coronarica, Andreas Gruentzig, il Prof Di Sciascio è stato il primo italiano a conseguire la specializzazione ufficiale in angioplastica coronarica in USA, con una Fellowship strutturata in Interventional Cardiology al Medical College if Virginia di Richmond, centro Pioniere nella tecnica di angioplastica e fra i primi centri ad essere approvati dal National Institute of Health per l’esecuzione di tali procedure.

Nominato Assistant Professor, al Medical College of Virginia (Virginia Commonwealth University), a Richmond, ha ottenuto la promozione anticipata ad  Associate Professor “with tenure” ed il passaggio a ruolo per meriti accademici, didattici e clinici,  e quindi a Full Professor of  Medicine (Cardiology), percorrendo quindi tutti i ranghi della carriera universitaria americana.

Da allora il Prof. Di Sciascio ha dato una quantità innumerevole di Corsi e dimostrazioni dal vivo in Angioplastica Coronarica a livello internazionale, contribuendo a diffonderla nel mondo, dall’Argentina al Giappone, dall’India alla Cina, oltre che, naturalmente, in Italia, molte volte creando ex novo dei centri interventistici in varie regioni. Il prof Di Sciascio è stato il primo ad eseguire l’angioplastica coronarica in Cina nel Dicembre 1987, fondando, come Visiting Professor alla  Beijing Medical University il “Great Wall Interventional Seminar”, che è diventato il Corso di più alto richiamo nel mondo asiatico in cardiologia interventistica.

Nel 1996 è stato  chiamato per chiara fama ad occupare la Cattedra di Cardiologia con il titolo di Professore Ordinario presso l’Università Campus Biomedico di Roma, posizione che ricopre tuttora.

Il Prof. Di Sciascio è Fellow dell’ American College of Cardiology, American Heart Association, European Society of Cardiology, Society of Cardiac Angiography and Intervention, oltre che della International Andreas Gruentzig Society, Socità Italiana di Cardiologia e Società Italiana di Ricerche Cardiovascolari. E’ stato Membro del Nucleus del Working Group in Interventional Cardiology della Società Europea di Cardiologia. E’già stato Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Cardiologia e già Presidente della Società Italiana Ricerche Cardiovascolari.

E’ autore di più di 300 articoli in lingua inglese su riviste internazionali con impact factor ed è Autore di 10 libri o capitoli di libri in Cardiologia.

E’ inoltre referee delle riviste: Circulation, American Journal of Cardiology, Journal of the American College of Cardiology, European Journal of Cardiology, Catheter and Cardiovascular Intervention.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Carlo Carta

Laureato in Medicina e Chirurgia,presso l’Università di Roma La Sapienza con 110 e lode con tesi sperimentale. Specializzato in Oftalmologia con 50/50 e lode presso l’università degli studi di Sassari, con tesi sperimentale. Master di Medicina Estetica Università Tor Vergata di Roma. Responsabile per la Medicina estetica presso: Microchirurgia Villa Massimo Roma. Parla correntemente la lingua inglese. Ha pubblicato diversi lavori scientifici e partecipato a numerosi congressi in campo oftalmologico. Possiede esperienza ventennale in campo chirurgico oftalmologico

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Manuele Casale

Laureato in Medicina e Chirurgia con voto 110/110 e lode, ha conseguito la Specializzazione in Otorinolaringoiatria con voto 50/50 e lode presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma. Ha svolto diversi stage all’estero in prestigiosi centri universitari, come il Thomas E. Starzl Transplantation Institute” della Pittsburgh University, l’ “Humber River” Hospital di Toronto, l’House Ear Institute di Los Angeles, l’ospedale universitario di Sofia ed il Sick Children Hospital di Toronto. Ha partecipato a diversi master in Otorinolaringoiatria, tra cui il XX Corso Avanzato di Anatomia chirurgica e Dissezione in Otologia, il Corso di anatomia chirurgica, Microchirurgia Endonasale endoscopica e della Base Cranio anteriore dell’Università di Zurigo, il II Curso de actualizacion en otorrinolaringologia della Universitad de Navarra ed il Master in Chirurgia Cervico-Facciale presso l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma. Ha conseguito nel 2006 il diploma universitario di Anatomia chirurgica della testa e del collo presso l’Università “Renè Descartes UFR biomedicale”; da marzo ad agosto 2007 ha frequentato il Dipartimento di Otorinolaringoiatria dell’Università di Navarra in Spagna con particolare interesse per la chirurgia funzionale nasale, chirurgia endoscopica dei seni paranasali, diagnosi e trattamento del russamento e della sindrome delle apnee notturne. Collabora con diversi gruppi di ricerca nazionali ed internazionali, è revisore di prestigiose riviste di Otorinolaringoiatria. Svolge attività di ricerca su molteplici argomenti: biologia molecolare, ricerca clinica, progettazione di strumenti innovativi in Otorinolaringoiatria.

E’ membro della Società Italiana di Otorinolaringoiatria, Presidente dell’Associazione Alumni dell’Università Campus Bio-Medico di Roma. E’ stato recentemente selezionato per la 5a Edizione di “Who’s who in Medicine and Healthcare”.Dal 2000 fa parte dell’equipe medico-chirurgica di Otorinolaringoiatra e Chirurgia della Base Cranio diretta dal Prof C. Zini al Rome American Hospital di Roma e dal 2005 lavora presso l’Istituto di Ortofonologia di Roma (Centro per la Diagnosi e Terapia dei disturbi di relazione, della comunicazione, del linguaggio, dell’udito e dell’apprendimento, depistages e screening scolastici) in qualità di Membro della Direzione ed Otorinolaringoiatra.

Attualmente fa parte dell’equipe medico-chirugica di Otorinolaringoiatria dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, svolgendo attività clinica e di ricerca.

Taggato con:
Pubblicato in Specialisti

Medicina Interna

Il termine “Medicina Interna” venne probabilmente usato per la prima volta nel 1839 al Congresso degli Scienziati Italiani a Pisa per distinguerla dalla chirurgia, all’epoca definita “Medicina esterna”.
Il primo congresso di Medicina Interna si tenne in Germania nel 1882.

La specialità si occupa della prevenzione, diagnosi e cura integrale del paziente adulto.

L’internista è un medico specialista che ha la formazione per garantire un approccio clinico corretto al paziente affetto da patologie di più organi ed apparati, situazione molto frequente in pazienti adulti, soprattutto se anziani.

L’internista si trova, per formazione scientifica ed esperienza, nelle condizioni ideali per valutare e coordinare le consulenze con altri specialisti e guidarne il percorso diagnostico e terapeutico.
Nel campo della prevenzione è in grado di organizzare e valutare check-up personalizzati.

Pubblicato in Specialità

José María Araquistain

Laureato in Spagna in Medicina e Chirurgia nel 1971, nel 1975 ottiene la specialità di medicina interna, presso la Cattedra di Patologia Medica dell’Università di Siviglia.

Nel 1974, dopo aver superato i corsi stabiliti, difende presso l’Università di Siviglia la “Tesis Doctoral” con il titolo di: “Rilievi enzimatici nel Diabete Insulino dipendente”, ottenendo così il Dottorato di Ricerca con il massimo dei voti.

Nel 1982 ottiene il titolo di Specialista in Cardiologia presso l`Università Cattolica del Sacro Cuore, a Roma.

“Profesor Ayudante de Clases Practicas” da ottobre 1972 a marzo 1976, presso la Cattedra di Patologia Medica a Siviglia. “Jefe Clinico” della Divisione di Medicina Interna dell’Ospedale Universitario di Siviglia, Spagna, dal settembre 1974 a marzo 1976. Medico Visitante presso la Seconda Clinica Medica (Prof. Beretta Anguisola) del Policlinico Umberto I a Roma, da aprile 1976 a marzo 1978.

Dal marzo 1978 Aiuto presso la Divisione di Medicina Generale con Servizio di Cardiologia dell’Ospedale Generale di Zona Cristo Re di Roma fino al 1995.

Dal 1985 Docente della Scuola Medica Ospedaliera di Roma.

Dal 1987 Professore Associato di Medicina Interna presso L’Università di Navarra (Spagna).

Nella sessione del 1987 ottenne l’Idoneità a Primario di Cardiologia. (Italia).

“Visiting Professor presso Baylor College of Medicine, Houston, a luglio del 1990.

Da ottobre 1990 fino al 1995 docente dei corsi di perfezionamento in medicina di famiglia, presso la Cattedra di Medicina Preventiva dell’Università La Sapienza di Roma.

Dal 1995 al 2006 Professore a Contratto e responsabile della Cardiologia Preventiva presso il Dipartimento di Scienze Cardiovascolari dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Dal 2006 al 2013 ha lavorato presso la Cattedra di Medicina Interna dell’Università di Navarra presso la sede di Pamplona e Madrid dove ha svolto mansioni di assistenza e docenza.

Taggato con: ,
Pubblicato in Specialisti